/ Enogastronomia

Che tempo fa

Cerca nel web

Enogastronomia | 08 febbraio 2019, 15:28

I grandi vini piemontesi si apprestano a 'sbarcare' a Parigi

Ospiti di riguardo della prima edizione di “Wine Paris”, salone che vedrà riuniti nella capitale francese 2.000 espositori provenienti da tutto il mondo

Filippo Mobrici, presidente di Piemonte Land of Perfection

Filippo Mobrici, presidente di Piemonte Land of Perfection

Dall’11 al 13 febbraio, una delegazione di produttori di vini piemontesi sarà ospite di “Wine Paris”, salone nato dalla fusione di due affermate realtà d’oltralpe (Vinisud e Vinovision), che mira ad essere l’epicentro globale del vino, riunendo nei padiglioni di Paris Expo il meglio dell’offerta enoica internazionale.

La prima edizione, con oltre 2.000 espositori da tutto il mondo, punta a spostare il centro dell’attenzione sulla capitale francese, quale luogo destinato alla promozione internazionale del vino in Francia. Un paese in cui l’86% della popolazione beve vino (e di questi il 57% beve vino proveniente dall’estero), in cui il consumo di vino straniero è più alto nelle grandi città - prima fra tutte Parigi - e la fascia demografica più interessata al vino d’importazione è quella dei giovani tra i 18 e i 24 anni. Tra i vini stranieri la fanno da padroni proprio quelli provenienti dall’Italia, che vengono scelti dal 47% della popolazione francese (molto distanziate Spagna, 35% e Cile, 18%).

“Ed è con un occhio rivolto alle grandi potenzialità che questo mercato ha da offrire che si posiziona la partecipazione della collettiva piemontese – commenta Filippo Mobrici, presidente di Piemonte Land of Perfection e del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato -, sviluppando una promozione del nostro vino che non prescinda dal territorio in cui esso nasce. Un territorio unico al mondo, proclamato patrimonio dell’umanità UNESCO nel 2014 e grande orgoglio dei nostri produttori che hanno contribuito a plasmarlo con il loro lavoro e che giorno dopo giorno rendono più solida la sua identità attraverso la promozione capillare sui mercati internazionali e locali”.

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium