/ Asti

Asti | 18 febbraio 2019, 13:16

“Sensorial dinner”: i vini Bava e la cucina dello chef Walter Ferretto nell’isola di Mauritius

Un progetto gastronomico di due eccellenze astigiane: la cucina dello chef Walter Ferretto (Il Cascinalenuovo di Isola d'Asti) e i vini della famiglia Bava

  Un progetto gastronomico insolito ha portato nell’isola di Mauritius la cucina dello chef stellato Walter Ferretto  e i vini della famiglia Bava presentati da Roberto Bava per due “sensorial dinner” al Four Seasons Resort Mauritius at Anahita, preparati con l’executive chef Nicolas Vienne e i sommelier dei due ristoranti del Resort, il Beau Champ (11 febbraio) e l’Acquapazza (14 febbraio).

  Mettendo in gioco l’esperienza culinaria di Ferretto nella cucina tropicale, Roberto Bava ha voluto proporre a Mauritius un’esperienza gastronomica in cui fossero protagonisti sentori floreali e aromi speziati in grado di valorizzare Barbera, Nebbiolo, uve aromatiche e i bianchi di Monferrato e Langa.     Commenta Roberto Bava, che da oltre trent’anni dà vita a cene concettuali nel mondo in abbinamento ai vini dell’azienda di famiglia promuovendo così un “sistema Piemonte” di gusto ed eccellenza: “Le spezie a noi note come la noce moscata, il pepe, la cannella, la vaniglia nell’isola di Mauritius hanno il loro ambiente naturale e rappresentano la cifra della cucina locale: per scegliere un vino da abbinare alle carni dell’isola, come un tenerissimo cervo, non c’era  che l’imbarazzo della scelta tra i nostri rossi così ho portato annate importanti dei nostri Nizza e del Barolo di Castiglione Falletto; i pesci locali, delicatissimi, si abbinano con i nostri Chardonnay monferrini o con il Gavi. Il Moscato d’Asti poi, non è forse un vino “tropicale” con i suoi aromi di litchis, ananas, banana, frangipane?“.  

Il tema della sensorialità è stato esploso dagli chef, stimolando i sensi con aromi in sala (fumi e profumi), esperienze tattili (foglie e spezie fresche da strofinare), suoni da ascoltare per interagire con il pubblico internazionale del Resort nei due straordinari “Sensorial Dinner”.

Walter Ferretto ha stupito il team locale del Four Seasons con gelato al curry, con i ravioli al plin alla gallina e riso speziato e la sua cipollata con Robiola di Roccaverano con sgombro marinato su granita di mela Granny Smith nell’abbinamento con Barbera d’Asti Libera dalla cascina PianoAlto di Agliano di Bava.  

Spiega Walter Ferretto: “Occasioni come questa accrescono la percezione della qualità del territorio di Asti e del Monferrato: richiedono prodotti di alto livello, ma anche capacità di interagire con ristoranti e team di cucina di culture e lingue diverse e la mia esperienza internazionale mi aiuta, ma altrettanto utile è l’avere una stella Michelin “solida” da tanti anni che fa da garanzia a chi non ti conosce ancora”.  

Walter Ferretto proporrà alcuni dei piatti ideati per le cene di Mauritius nei menu del ristorante di Isola d’Asti e i vini Bava sono pronti per nuovi abbinamenti di ricerca.

 

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium