/ Politica

Politica | 22 febbraio 2019, 14:50

La soluzione di Toninelli per l'Asti-Cuneo? E' un grosso regalo al concessionario

Lo ha affermato l'assessore regionale ai Trasporti Balocco replicando alle recenti dichiarazioni del ministro della Infrastrutture

L'assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco

L'assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco

Dopo nove mesi di promesse il Ministro Toninelli annuncia di aver trovato una soluzione per sbloccare lo stallo sull’Asti-Cuneo, ma quella prospettata dal Ministro è in realtà un grosso regalo al concessionario.

Remunerare il costo dell’Asti-Cuneo con un incremento del subentro sull’A4 significa di fatto rendere impossibile il subentro stesso (o quanto meno avvantaggiare notevolmente l’attuale concessionario in caso di nuova gara) e quindi di fatto concedendo una proroga all’infinito al gruppo Gavio.

Inoltre questa soluzione smonta l’impostazione già concordata con la Commissione Europea relativa la cross-financing che prevedeva il completamento dell’A33 a fronte di una miniproroga di 4 anni sulla concessione della Milano-Torino. Questa soluzione avrebbe consentito di avviare da subito i cantieri.

Ora l’ipotetico accordo annunciato dovrà superare nuovamente il vaglio della Commissione Europea e, ammesso che l’esito sia favorevole (ipotesi tutta da dimostrare), i tempi saranno decisamente molto lunghi e il territorio rimarrà ancora per anni senza quest’opera fondamentale.

Di questo e di altre infrastrutture a partire dalla Torino-Lione e dei collegamenti tra Italia e Francia, parlerà domani il Presidente Chiamparino a Cuneo.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium