/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 11 marzo 2019, 13:17

Nasce ad Asti "La Casa delle Abilità" primo centro diurno socio terapeutico di tipo C

Il centro è realizzato dalla Cooperativa sociale Nuovi Orizzonti. Inaugurazione sabato 16 alle 10 in corso Alba 233

Nasce ad Asti "La Casa delle Abilità" primo centro diurno socio terapeutico di tipo C

 

Settimana di inaugurazione ad Asti, in frazione Variglie, per “La Casa delle Abilità", il primo Centro diurno socio-terapeutico di tipo C del territorio dove, da aprile, sarà attivo un nuovo servizio di primaria importanza a vantaggio dei soggetti adulti diversamente abili.

Ad attivarlo è la Cooperativa Sociale Nuovi Orizzonti la quale da oltre trent’anni si occupa di servizi per la disabilità con la massima attenzione incentrata sulla persona, sulle sue caratteristiche peculiari, le difficoltà e le risorse. Opportune stimolazioni possono infatti attivare le abilità e capacità dell’individuo, prestando attenzione al contesto e all’ambiente che deve essere facilitante e positivo e predisponendo progetti ad personam, e metodi individualizzati di intervento, il tutto con il coinvolgimento della famiglia come risorsa importante nel progetto utente.

La Cooperativa attiva interventi in ambito domiciliare, scolastico e territoriale e dal 2002 ha creato a Variglie una Comunità che ospita persone disabili 24 ore su 24 per tutti i giorni dell’anno: la Residenza Il Borgo, al fianco della quale sorge la nuova Casa delle Abilità.

Con l’inaugurazione di sabato prossimo 16 marzo (ore 10) giunge al termine un iter durato circa quattro anni, dal momento nel quale l’idea è stata concepita fino all’acquisizione dei locali per la realizzazione ed il completamento delle opere di predisposizione. Il progetto, maturato all’insegna dello slogan “Crediamo nelle abilità per costruire nuovi orizzonti”, è nato dall’ascolto di reali esigenze percepite sul territorio astigiano dove mancava un punto di riferimento per giovani adulti disabili che potessero in orario diurno affrontare un progetto dedicato in modo personalizzato allo sviluppo delle loro capacità, fornendo al contempo un sostegno fattivo alle famiglie.

Il Centro costituisce dunque un esempio pionieristico in quanto, al momento di avvio dello studio che oggi ha portato a “La Casa delle Abilità”, sull’intero territorio piemontese esisteva soltanto una sperimentazione attiva di tale genere. L’attuazione è il frutto di un dialogo intenso con il territorio, le famiglie, i Servizi Sociali del Comune di Asti, l’A.S.L. AT e gli attori con ruolo in ambito sociale.

Sabato 16 Marzo, alle ore 10, si terrà il taglio del nastro alla presenza delle autorità e dei rappresentanti della Cooperativa Nuovi Orizzonti con, in testa, la presidente Ada Bruna Morando e la direttrice Barbara Botto. Seguirà la visita agli spazi con la presentazione delle attività. Al termine aperitivo offerto a tutti i presenti per celebrare l’aggiunta di un nuovo e utile tassello del “polo per la disabilità” che sta crescendo

Comunicato stampa

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium