/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 17 aprile 2019, 15:03

Bianca Senna ricevuta dal Papa dopo il grande successo della mostra astigiana

La nipote di Ayrton ha donato al Pontefice una scultura e un casco del campionissimo. Bilancio nettamente positivo per la mostra, con oltre 18mila visitatori in due settimane

Bianca Senna ricevuta dal Papa dopo il grande successo della mostra astigiana

Non poteva esserci davvero miglior chiusura, per la mostra “Ayrton Senna 25”, dedicata al campione brasiliano e tenutasi ad Asti dal 29 marzo al 14 aprile, che con un membro della famiglia del campione brasiliano ricevuta dal Santo Padre.

Questa mattina, infatti, Bianca Senna, nipote di Ayrton e Brand Director dell’Instituto Ayrton Senna, è stata ricevuta da Papa Francesco nel corso della sua udienza mattutina. Bianca ha consegnato al Pontefice una scultura – realizzata dalla sorella Paula per ricordare Ayrton a un quarto di secoolo dalla sua scomparsa – ed un casco del pilota brasiliano, approfondendo con il Pontefice l’operato solidale dell’Instituto Ayrton Senna. La scultura era stata commissionata a Paula da Neyde Senna, madre di Ayrton.

Un ulteriore momento ricco di emozioni che segue lo straordinario successo ottenuto della mostra “Ayrton Senna 25”, evento organizzato dall’Instituto Ayrton Senna attraverso il suo Padrino per l’Europa Claudio Giovannone in collaborazione con Palazzo Mazzetti e la Fondazione Asti Musei.

Sono stati infatti 18.076 i visitatori complessivi durante le due settimane di mostra, con una media di 1.200 persone al giorno e con afflussi da tutte le regioni di Italia e dall’estero (tra le altre nazioni Francia, Inghilterra, Germania, Finlandia e addirittura Giappone). Tra i partecipanti anche il vice console del Brasile Raul Torres Branco, il quale ha espresso apertamente il suo apprezzamento per l’iniziativa culturale, vista come un ponte di collaborazione e amicizia fra le istituzioni brasiliane e Asti.

Tra le curiosità da segnalare, il banner predisposto al termine della mostra per le dediche, che è stato sostituito più volte a seguito dell’incredibile affetto che i visitatori hanno espresso al campione brasiliano attraverso le proprie dediche.

La mostra, la più completa mai organizzata in Europa, ha fornito anche a tutti coloro che l’hanno visitata la possibilità di effettuare una donazione a favore dell’Instituto Ayrton Senna, che assiste circa 3 milioni di bambini all’anno in Brasile con programmi di assistenza scolastica, medica, dentistica e sportiva.

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium