/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 09 maggio 2019, 15:48

250 prodotti sequestrati dalla Guardia di Finanza alla Carolingia. 6 i lavoratori irregolari

Le pattuglie di Asti supportate dalla Tenenza di Nizza e Canelli

250 prodotti sequestrati dalla Guardia di Finanza alla Carolingia. 6 i lavoratori irregolari

Ieri la Guardia di Finanza di Asti, nel corso della Fiera Carolingia, dopo un accurato controllo, ha sequestrato circa 250 articoli di bigiotteria e giocattoli potenzialmente pericolosi per la salute del consumatore, verbalizzato alcune mancate emissioni di scontrini fiscali, ritirato un registratore di cassa irregolare, ma anche individuato 6 lavoratori irregolari.

Le pattuglie predisposte dal Gruppo di Asti supportato dalla Tenenza di Nizza e Canelli sono state impiegate in servizi di appostamento, perlustrazione, osservazione nell’ampia area mercatale del capoluogo con l’obiettivo di rendere tangibile l’azione sul territorio finalizzata alla prevenzione e al contrasto ai traffici illeciti, in particolare per contrastare la commercializzazione di beni contraffatti o pericolosi per la salute e l’abusivismo commerciale.

I beni scoperti e sequestrati dalle Fiamme Gialle sono prodotti detenuti in violazione del codice del consumo, in quanto sprovvisti delle etichette contenenti l’indicazione sulla composizione merceologica e sul produttore, in violazione della normativa comunitaria in materia di marcatura “CE”.

Gli articoli sequestrati sono stati realizzati con materiali di scarsa qualità e possono risultare pericolosi per gli acquirenti che, utilizzandoli potrebbero essere esposti anche a rischi per la salute.

Il registratore di cassa sequestrato pur essendo attribuito ad un'impresa cessata, è stato utilizzato in modo fraudolento da un' azienda presente alla manifestazione per l’emissione di documenti fiscali, il cui importo non sarebbe confluito nella prevista dichiarazione.

Tra i 6 lavoratori irregolari, un extracomunitario privo del permesso di soggiorno (circostanza questa che porterà il deferimento all’Autorità Giudiziaria del titolare della ditta).

L’attività della Guardia di Finanza testimonia l’impegno a tutela dei cittadini e degli imprenditori onesti, al fine di evitare sleali ed illecite concorrenze che sfruttano e si basano su comportamenti illegali finalizzati ad avvantaggiarsi sul mercato a scapito degli operatori corretti.

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium