/ Politica

Politica | 11 maggio 2019, 17:20

"Si deve usare di più la parola Noi per camminare insieme". Piero Vercelli ieri ha presentato la sua candidatura alle regionali [VIDEO]

Diversi i "mondi" presenti per un sostegno fattivo

Piero Vercelli con i suoi Testimonials

Piero Vercelli con i suoi Testimonials

 

Un aperitivo di “chiamata alle armi” per Piero Vercelli che ieri al Rifugio Valmanera ha riunito un folto numero di persone per rimarcare i punti della sua campagna elettorale.

“Prima le persone” è il claim di questa campagna che sviluppa i 6 temi più importanti che riguardano, appunto, la persona.

LAVORO, AMBIENTE, CULTURA, SANITÀ, SOCIALE E SPORT

Mi piace relazionarmi con le persone – ha spiegato Vercelli che ha riunito intorno a sé amici, compagni di partito (era presente tra gli altri anche l’ex sindaco della città Vittorio Voglino), mondo del volontariato. Dobbiamo arginare quest’ondata di populismo, ma anche riflettere sui nostri tanti errori. Su quelli dobbiamo lavorare. Sono una persona molto concreta, sono convinto che si debba usare maggiormente la parola “Noi” per camminare insieme.E mi piacciono le cose difficili".

Accanto a lui alcune persone del sociale, della cultura e dello sport Laurana Lajolo insegnante, già assessore alla cultura del Comune, Vincenzo Soverino vice presidente nazionale Aisla, Anna Cellamaro educatrice, già “Garante comunale in carcere, Fabrizio Marrandino direttore Scuola di sci les Arnauds che con il progetto “La Perla delle Alpi” coordinato dallo stesso Vercelli, insegna lo sci anche a persone disabili.

Tutti hanno portato un loro messaggio di sostegno e amicizia e ricordato un percorso di lavoro o collaborazione sui temi di questa campagna elettorale.

Cpe

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium