/ Cronaca

Cronaca | 14 maggio 2019, 13:14

Obbligo di dimora per un 32enne astigiano sorpreso a coltivare marijuana

Gli sono stati rinvenuti in casa oltre 500 grammi di stupefacente, dal quale avrebbe potuto ricavare dosi per alcune migliaia di euro

Obbligo di dimora per un 32enne astigiano sorpreso a coltivare marijuana

Personale della Squadra Mobile della questura astigiana hanno reso esecutiva la misura restrittiva dell’obbligo di dimora e di presentazione alla P.G. nei confronti di un 32enne astigiano fortemente sospettato di coltivazione di sostanza stupefacente per fini di spaccio.

In particolare, a seguito ad una segnalazione confidenziale, nell’autunno scorso personale della Sezione Antidroga aveva eseguito una perquisizione presso la sua abitazione, trovandolo in possesso di uno spinello di marijuana confezionato, di 3 piante della medesima sostanza in essicazione e – con la disponibilità di un locale artigianale in cartongesso, coibentato – altre due piante di marijuana in vaso e altra sostanza pronta al consumo, nonché attrezzatura idonea alla illecita coltivazione della sostanza stupefacente, detenuta sempre ai fini di spaccio.

L’analisi chimica della droga rinvenuta ha consentito di determinare il quantitativo complessivo di sostanza detenuta illegalmente in oltre 500 grammi con un elevato principio attivo, dai quali si sarebbero potuti ricavare oltre 1.200 dosi giornaliere, per un valore al dettaglio di migliaia di euro. Pertanto il Gip del Tribunale di Asti, accogliendo le richieste avanzate dal pubblico ministero, ha applicato nei confronti dell’uomo la misura dell’obbligo di dimora nel territorio del comune di residenza, situato a pochi km dal concentrico cittadino, prescrivendo il divieto di allontanarsi ed il divieto di uscire dalla propria abitazione nelle ore serali e notturne, nonché l’obbligo di presentazione giornaliera alla Polizia Giudiziaria.

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium