/ Cronaca

Cronaca | 16 maggio 2019, 13:13

Decreto Sicurezza: ad Asti reati in calo del 22,4% e -19,23% stranieri accolti in strutture d’accoglienza

I dati relativi gli effetti del provvedimento, fortemente voluto dal ministro dell’Interno, sono stati resi noti dagli uffici del Viminale

Decreto Sicurezza: ad Asti reati in calo del 22,4% e -19,23% stranieri accolti in strutture d’accoglienza

Calo del 9,8% dei reati commessi e -22,56% stranieri accolti in Piemonte. A poco più di sei mesi dall'entrata vigore, sono questi i risultati nella nostra regione - diffusi dal Viminale - del Decreto Sicurezza fortemente voluto dal ministro dell'Interno Matteo Salvini.

Nelle specifico per i reati nel 2019, rispetto al primo trimestre di un anno fa, abbiamo ad Alessandria -8,6%, -22,4% a Asti, -11,1% a Biella, -3,3% a Cuneo, -1,8% a Novara, -10,2% a Torino, -19,4% a Verbano Cusio Ossola, -10,6% a Vercelli.

Si riducono anche gli stranieri ospiti delle strutture di accoglienza. In tutta la regione erano 12.795 al 13 maggio 2018, diventati 9.909 al 13 maggio 2019 (-22,56%): ad Alessandria -24,5%, -19,23% a Asti, -24,73% a Biella, -24,48% a Cuneo, -30,87% a Novara, -15,7% a Torino, -48,21% nel Verbano Cusio Ossola, -38,82% a Vercelli.

“Vogliamo fare sempre di più e meglio - spiega il ministro dell’Interno Matteo Salvini - i numeri sono rassicuranti ma non ci accontentiamo. Abbiamo segnalato agli amministratori locali nuovi strumenti, in collaborazione con le prefetture, per aggredire le grandi piazze di spaccio, isolare balordi e sbandati, per effettuare sgomberi. Auspico che i sindaci sappiano utilizzarli al meglio, mentre il piano che rinforzerà tutte le questure d’Italia sarà decisivo per ridurre ulteriormente la criminalità”.

Sul secondo atto di questo strumento, che promette "nuove misure per potenziare la lotta alla immigrazione clandestina e tutelare le Forze dell’ordine", in queste ore è in corso l'ennesimo braccio di ferro nel governo gialloverde. Se il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli ha infatti detto che le priorità alla vigilia delle Europee e Regionali sono lo sblocca-cantieri e il Decreto Crescita, Salvini ha replicato di essere pronto già a portare il Decreto Sicurezza bis lunedì in Consiglio dei Ministri.

Cinzia Gatti

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium