/ Cultura

Che tempo fa

Cerca nel web

Cultura | 16 maggio 2019, 07:18

La programmazione di Sala Pastrone dal 16 al 21 maggio

"Tutti pazzi a Tel Aviv", "Il grande spirito" e "Irrational man", anche il nuovo di Woody Allen nella programmazione

Una scena da Irrational man

Una scena da Irrational man

In Sala Pastrone ad Asti questa settimana, tre i film in programmazione:

Giovedì 16 maggio

17,30    TUTTI PAZZI A TEL AVIV (ingresso unico 5 euro)

21,30    IL GRANDE SPIRITO

Venerdì 17 maggio

17,30    IL GRANDE SPIRITO (ingresso unico 5 euro)

21,30    TUTTI PAZZI A TEL AVIV

Sabato 18 maggio

17,30    IL GRANDE SPIRITO

19,30    TUTTI PAZZI A TEL AVIV

21,30    IL GRANDE SPIRITO

Domenica 19 maggio

17,30    TUTTI PAZZI A TEL AVIV

19,30    IL GRANDE SPIRITO

21,30    TUTTI PAZZI A TEL AVIV

Lunedì 20 maggio

17,30    IL GRANDE SPIRITO (ingresso unico 5 euro)

21,30    TUTTI PAZZI A TEL AVIV

Martedì 21 maggio

17,30 IRRATIONAL MAN

21,15 IRRATIONAL MAN

TUTTI PAZZI A TEL AVIV

Salam è un trentenne che vive a Gerusalemme e lavora a Ramallah. È stato assunto da poco da uno zio come stagista sul set di una famosa soap opera palestinese, Tel Aviv on Fire. Ogni giorno, per raggiungere lo studio televisivo, deve passare dal rigido checkpoint israeliano, sorvegliato dalla squadra di militari del comandante Assi. Poiché la moglie di Assi è una grande fan della serie televisiva, e Salam si è spacciato per sceneggiatore, Assi esige di farsi coinvolgere personalmente nella stesura della storia. In un primo tempo, la carriera di Salam ne beneficia, al punto che viene realmente assunto per scrivere il seguito, peccato, però, che l'ufficiale israeliano e i finanziatori arabi non intendano il finale nello stesso modo.

IL GRANDE SPIRITO

Tonino è un ladruncolo sempre in cerca del grande colpo di fortuna: che sembra finalmente arrivare quando il bottino di una rapina, per cui lui era stato relegato al ruolo di palo, finisce fortuitamente nelle sue mani. Tonino fugge con la refurtiva sui tetti di Taranto e trova rifugio in un abbaino fatiscente abitato da uno strano personaggio: Renato, che si è dato il soprannome di Cervo Nero perché si ritiene un indiano, parte di una tribù in perenne lotta contro gli yankee. Renato, come sillaba sprezzantemente Tonino, è un "mi-no-ra-to", ma è anche l'unica àncora di salvezza per il fuggitivo, che tra l'altro si è ferito malamente cadendo dall'alto di un cantiere sopraelevato. Fra i due nascerà un'intesa frutto non solo dell'emarginazione, ma anche di un'insospettabile consonanza di vedute.

IRRATIONAL MAN

Abe Lucas, professore di filosofia ormai privo di qualsiasi interesse per la vita, si trasferisce nell'Università di una cittadina. Preceduto da una fama di seduttore incontra la collega Rita Richards che cerca di attrarlo a sé per mettersi alle spalle un matrimonio fallito. C'è però anche la migliore studentessa del corso, Jill Pollard, che subisce il suo fascino e progressivamente gli si avvicina. Un giorno i due ascoltano, del tutto casualmente, la disperata lamentela di una madre che si è vista togliere la tutela di un figlio da parte di un giudice totalmente insensibile a qualsiasi esigenza umanitaria. Abe, in quel preciso momento, sente di poter fare qualcosa per quella donna e, con questo, di poter ridare un senso alla propria vita.

(My movies.it)

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium