/ Enogastronomia

Che tempo fa

Cerca nel web

Enogastronomia | 17 maggio 2019, 14:34

Videomaker e youtuber internazionali racconteranno i grandi vini del Monferrato

Realizzando documentari destinati ai propri connazionali nell'ambito dl programma europeo "E4QUALITY"

Videomaker e youtuber internazionali racconteranno i grandi vini del Monferrato

Il Consorzio Barbera d'Asti e Vini del Monferrato, da sempre impegnato nella promozione all'estero dei grandi vini e dei paesaggi vitivinicoli del Monferrato, patrimonio Unesco, ha lavorato negli ultimi mesi a un nuovo ambizioso progetto che, dal 28 al 31 maggio, vedrà arrivare in Monferrato e nelle montagne d’origine dei formaggi Dop piemontesi 26 giovani videomaker provenienti da Svezia, Danimarca, Germania e Italia. Ragazzi tra i 18 e i 30 anni che arriveranno per conoscere le ricchezze e le bellezze del territorio.

Il progetto è reso possibile grazie alla collaborazione del Consorzio con alcune delle più prestigiose scuole di cinema a livello europeo e con giovani videomaker e youtuber emergenti selezionati per l'occasione.

"L'idea di partenza era semplice – commenta il presidente del Consorzio Filippo Mobrici normalmente per promuovere i nostri grandi vini e i loro territori, realizziamo video promozionali in Italia con la speranza che questi vengano poi visionati in rete da un pubblico straniero. Ma questa volta ci siamo chiesti: se a realizzare questi video destinati a importanti mercati europei fossero giovani talenti proprio di quei paesi, che invitiamo in Monferrato e nelle montagne dei formaggi piemontesi, al fine di fare raccontare a loro i paesaggi, le produzioni, le cantine, i caseifici e i produttori protagonisti di queste eccellenze? Era un esperimento davvero interessante, portarli alla scoperta della nostra terra, lasciare liberi di osservare e creare i loro video, e capire così come un danese o un tedesco vede il Monferrato, le colline, le cantine e i vigneti piemontesi. Con uno sguardo diverso, vergine e originale, che sarà poi quello del consumatore potenziale straniero a cui vogliamo rivolgere la nostra promozione".

Un progetto a cavallo tra promozione del comparto enogastronomico ed enoturistico del Piemonte e le politiche giovanili, che dimostra ancora una volta come agricoltura, turismo e attività di incentivo alla creatività e al talento giovanile possano convivere e prendere un respiro internazionale ed europeo, tra tradizione e innovazione, lavoro millenario dell'agricoltura, cultura digitale e nuovi linguaggi di comunicazione e condivisione delle nuove generazioni.

I giovani video-maker coinvolti dai diversi paesi hanno accettato la sfida di affrontare una full-immersion nel Piemonte dell'agricoltura e delle eccellenze enogastronomiche per raccontare il proprio viaggio dalle loro città di origine, nel nord Europa, fino alle cantine e ai vigneti del Monferrato, del Barbera d'Asti e del Ruchè, passando dai pascoli, alle stalle, ai laboratori di produzione nelle montagne del Castelmagno e della Toma piemontese Dop; vacche piemontesi e droni, vigne con il loro lento lavoro quotidiano e telecamere di ultima generazione.

I protagonisti del contest, accompagnati da tutor locali, dovranno creare veri e propri racconti, in stile youtube, nella loro lingua madre per raccontare ciò che vedono, e poi condividerlo con un pubblico di loro connazionali. Viaggeranno così, telecamere in spalla per vigne e valli montane, dando risalto a ciò che trovano unico e interessante di questo mondo per loro sconosciuto e nuovo. Intervisteranno i produttori del Barbera d'Asti e del Ruchè, visiteranno paesini e ristoranti di cucina tipica per scoprire gli abbinamenti con i nostri grandi rossi autoctoni.

Al termine delle giornate di riprese, di storyboard e lavoro sulla sceneggiatura, tutti i giovani videomaker si ritroveranno presso il Castello di Costigliole d'Asti, sede del Consorzio, dove sarà allestita per il progetto una vera e propria sala montaggio, dove potranno completare i documentari che verranno poi presentati al pubblico e alla giuria istituita per l'occasione, durante la sera del 31 maggio in occasione di un rinfresco a base di prodotti tipici del Monferrato. I tre lavori migliori lavori verranno premiati da una giuria composta da autori, videomaker e produttori. In seguito i materiali verranno pubblicati sui canali Youtube dei videomaker stessi, oltre ad essere presentati durante le missioni estere che il Consorzio ha in programma per le annualità 2019-2020 nei diversi mercati chiave coinvolti: quello tedesco, danese e svedese.

Nel progetto sono state coinvolte prestigiose istituzioni europee, quali la rinomata Berghs School of Communication, fondata nel 1941 e situata nel cuore di Stoccolma, che da oltre 75 anni continua a diplomare i migliori professionisti della comunicazione e del design svedese e che ha vinto per oltre 7 volte il titolo di Future Lions School of the Year alla sezione Young Lions del prestigioso festival internazionale della comunicazione di Cannes.

Molti i videomaker e i giovani artisti eccellenti coinvolti nel progetto, come il danese Andrei Osman specializzato in racconti di viaggio, premiato dal Parlamento Europeo per uno dei suoi documentari e collaboratore di svariati enti turistici di tutta Europa; i tedeschi Thomas Bernecker, pluripremiato in patria per i suoi documentari, e Fabio Thieme, che ha all'attivo 7 film distribuiti in diversi paesi d'Europa e ha fondato la casa di produzione cinematrografica Serkalo.

Numerosi anche i talenti italiani, come il collettivo di registi modenese composto da Ambra Vaccari, Giacomo Mesini Ubaldo Giusti che avranno l'occasione di vivere questa esperienza di immersione nel Monferrato e nelle montagne piemontesi insieme ai loro colleghi europei.

LA GIURIA

    • Filippo Mobrici, presidente del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, agronomo presso la Bersano di Nizza Monferrato;
    • Roberto Arru, direttore di Assopiemonte, l’associazione a cui aderiscono i Consorzi di Tutela dei formaggi a Denominazione di Origine Protetta esclusivamente prodotti in Piemonte;
    • Matteo Fresi, regista torinese, autore diversi cortometraggi, videoclip e documentari nonché docente del college Cinema della Scuola Holden e produttore per la casa cinematografica Epica Film;
    • Filippo Taricco, scrittore, drammaturgo, autore di diverse produzioni di successo per il Teatro Stabile di Torino, fondatore del festival Collisioni, affermatosi negli ultimi anni come uno dei più importanti eventi culturali, musicali ed enogastronomici in Piemonte e in tutta Italia;
    • Beppe Incarbona, professionista nel settore della comunicazione e della pubblicità, oltre che continuare la professione di consulente marketing in Ironika Srl, organizza e gestisce eventi aziendali e privati ed eventi formativi legati alla comunicazione e al marketing. È responsabile della comunicazione di Collisioni il Festival (Barolo), e direttore artistico de Il Teatro del Poi di Bra (Cn). Si occupa inoltre di management artistico per comici provenienti dal mondo di Zelig TV e Colorado

Comunicato stampa

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium