/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 18 maggio 2019, 18:30

+ Europa ha presentato oggi i suoi candidati

"Ho deciso di metterci la faccia" ha spiegato il candidato astigiano Salvatore Grizzanti

Michele Usuelli Salvatore Grizzanti Silvja Manzi Igor Boni

Michele Usuelli Salvatore Grizzanti Silvja Manzi Igor Boni

Si è svolta oggi pomeriggio al bar 900 la presentazione dei candidati di +Europa alle elezioni Europee e Regionali.

Erano presenti:

Silvja Manzi, segretario di Radicali Italiani, candidata nel listino per Chiamparino presidente e alle elezioni europee nella circoscirizone Nord-Ovest; Igor Boni, coordinatore dell'Associazione radicale Adelaide Aglietta e candidato alle alle elezioni europee nella circoscirizone Nord-Ovest; Salvatore Grizzanti, candidato alle elezioni regionali nella circoscrizione provinciale di Asti; Michele Usuelli, consigliere regionale +Europa in Lombardia.

Ha spiegato Grizzanti: "La mia è una candidatura di servizio, ho sentito il dovere dirispondere Sì alla proposta di +Europa in quanto ritengo allarmante la situazione del nostro pease in crisi istituzionale ed economica. Non faccio politica attiva da anni ma per il progetto di +Europa ho deciso di metterci la faccia perché rappresenta l'esatto opposto di Lega e Movimento 5 Stelle.

Come uomo d’azienda - prosegue - vedo tutti i giorni i danni che la questa politica sta facendo alle imprese ed al sistema produttivo con il conseguente impoverimento generale a danno, come sempre, prima di tutto dei più deboli. Il voto a +Europa ed al sottoscritto rappresenta un voto al lavoro ovvero al lavoro che ho svolto, fuori dalle istituzioni, da radicale, per portare i diritti a livello locale (anagrafe pubblica degli eletti, registro comunale dei testamenti biologici, registro comuncale delle unioni civili, garante comunale dei detenuti, etc.) ed il lavoro che ho portato con la mia attività professionale fondando L'Alveare che dice Sì di Asti (gruppo di acqusito online da produttori astigiani) e portando il brew restaurant Doppio Malto in città".

L'obiettivo per i candidati è, spiegano " far diventare il Piemonte terra attraente per le imprese non chiudendo i negozi la domenica ma aprendo la regione sempre di più all'Europa ribadendo con convinzione il Sì alla TAV, all'Asti-Cuneo ed alle nuove infrastrutture".

Cpe

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium