Eventi - 29 maggio 2019, 07:32

Ultimi incontri per l'A.S.T.I Fest che ha portato ad Asti 20 eventi e 50 ospiti

Dalla Lectio Magistralis di Alessandro Melis allo storytelling

Momenti dalla Lectio Magistralis “L'equazione impossibile della città futura” di Alessandro Melis.

Momenti dalla Lectio Magistralis “L'equazione impossibile della città futura” di Alessandro Melis.

2 mesi di appuntamenti, 20 eventi, 50 ospiti, questi sono solo alcuni dei numeri dei questa edizione dell'A.S.T.I. FEST che ha avuto il suo momento clou sabato 25 maggio con la Lectio Magistralis “L'equazione impossibile della città futura” di Alessandro Melis.

Come può una città diventare resiliente? Diventando un sistema virtuoso e aperto, capace di rispondere positivamente ai cambiamenti climatici, cambiando il suo asseto spaziale con nuove configurazioni che aiutino il metabolismo urbano. Paesaggi ibridi con forti variazioni, in alternativa alla città costituita da singoli oggetti architettonici artificiali, contribuiscono alla definizione di nuove equazioni in sostituzione ala impossibile eguaglianza suolo-cibo-popolazione.

A seguire gli è stato consegnato il premio “Fabrizio Gagliardi”, alla presenza di tutto il Consiglio dell'Ordine degli Architetti della provincia di Asti e dei genitori dell'Architetto Gagliardi.

Gli eventi collaterali del festival non sono finiti: giovedì 30 maggio alle 18.00 presso FuoriLuogo si terrà l'ultimo Storytelling – Storie di Resilienza dal titolo l'Architettura come scambio di saperi: costruire e cooperare in Haiti.

Valeria Cottino e Annalisa Mosetto fanno parte di ASF – Architettura Senza Frontiere Piemonte e parleranno di Haiti, luogo in balia di ciò che arriva dall'esterno, debole nell'affrontare i disastri naturali, con edifici precari e un territorio fragile. In questo contesto le risposte ai bisogni di ogni giorno vanno ricercare nelle risorse locali, cambiando modo di percepire gli scarti: abitazioni antisismiche con basamenti di pneumatici, murature con balle di paglia i riso e soffitti isolanti con bottiglie i plastica.

Continuano le altre iniziative: la mostra “Acciaio, sale e tabacchi” sarà visitabile fino al 2 giugno negli orari di apertura del Museo Paleontologico ed è possibile partecipare all'open call provocAZIONI2 fino al 14 giugno, le modalità sono disponibili sul sito astifest.it.

Ulteriori dettagli sono disponibili sul sito www.astifest.it, Facebook, Instagram o scrivendo a info@astifest.it

 

Comunicato stampa

SU