Sanità - 07 giugno 2019, 10:20

La Croce Verde astigiana celebra i 110 anni dalla fondazione

I festeggiamenti da oggi al 10 giugno presso la sede all'associazione, in corso Genova

La Croce Verde astigiana celebra i 110 anni dalla fondazione

Dal oggi al 10 giugno, la Pubblica Assistenza Anpas Croce Verde Asti celebra il suo 110° anniversario di fondazione con tre giornate di festa presso la propria sede di corso Genova 26, ad Asti.

Il primo appuntamento dei festeggiamenti è in programma alle 22 con il concerto ad ingresso libero (offerta gratuita) degli Explosion. Durante la serata si potranno gustare friciule, patatine e bevande grazie alla collaborazione del Comitato Palio Rione Cattedrale.

Domani sabato 8 giugno, dalle ore 20, si terrà invece una cena a base di grigliata riservata a volontari, soci e simpatizzanti.

La cerimonia ufficiale per il festeggiamento dei 110 anni si svolgerà domenica 9 giugno, a partire dalle ore 9, sempre presso la sede della Croce Verde alla presenza delle autorità cittadine.

In programma la premiazione dei volontari Giorgio Brondolo e Fausto Grassi per i 25 anni di servizio attivo in associazione, la funzione religiosa e l’inaugurazione di tre nuovi automezzi per il trasporto delle persone disabili. Il taglio del nastro sarà affidato alle madrine Graziella Maggiora, Fiorella Carpino e Claudia Cappelli. A seguire il rinfresco.

Durante i tre giorni della manifestazione sarà allestita, presso la sede, una mostra fotografica con immagini storiche dell’Associazione.

Giorgio Bertolino, presidente Croce Verde Asti: “Centodieci anni di attività sono un importante traguardo. Ringraziamo le istituzioni locali con le quali collaboriamo quotidianamente e tutti i volontari e i dipendenti della Croce Verde per l’impegno e la professionalità messi nello svolgere i servizi in favore della popolazione. Grazie anche a tutti coloro che stanno lavorando alla buona riuscita delle tre giornate di festa”.

 

Le tappe più significative a sostegno della città e degli astigiani

La Croce Verde Asti fu fondata il primo maggio 1909 da un gruppo di operai della Vetreria di Asti, grazie all'intuizione del Colonnello medico Ettore Piccinini, che ne fu il primo presidente.

La Croce Verde ha superato due guerre ed è arrivata fino ad oggi, continuando a svolgere instancabilmente le sue attività con lo stesso entusiasmo degli inizi, confermandosi come punto di riferimento per le persone in difficoltà.

Fondamentale fu l’apporto dato dai volontari della Pubblica Assistenza durante le due alluvioni che misero in ginocchio la città: nel 1948 del 1994. La solidarietà della Croce Verde Asti si spinse anche fuori porta in numerose occasioni, prima tra tutte quella del 1980 in cui vennero inviati volontari, mezzi e viveri in Irpinia, sconvolta da un ingente terremoto. Da quell’esperienza nacque il nucleo di Protezione Civile della Croce Verde, attualmente ancora attivo con i suoi sommozzatori.

La storia della Croce Verde fu però segnata anche da episodi negativi. Fu nel 1935 che una legge del regime fascista costrinse alla chiusura tutte le associazioni di Pubblica Assistenza, obbligate a confluire nella Croce Rossa. La Croce Verde donò i suoi averi al reparto pediatrico dell’ospedale e la bandiera venne trafugata e sotterrata da alcuni volontari. Soltanto al termine della Seconda Guerra Mondiale la bandiera ricomparve e la Croce Verde ritornò a esistere.

Le quotidiane attività dell’associazione subirono poi, in tempi più recenti, un’importante riorganizzazione con la nascita del servizio di emergenza territoriale 118. Dal 1997, infatti, la Croce Verde collabora con l’Asl per la gestione dei mezzi di soccorso avanzato e di base, oltre all’allestimento dell’unità mobile di rianimazione.

Oggi i volontari soccorritori della Croce Verde Asti sono oltre 300 (di cui 122 donne) organizzati in squadre notturne e diurne che affiancano gli 11 dipendenti, che effettuano oltre 11mila servizi annui. Si tratta di trasporti in emergenza urgenza 118, prestazioni convenzionate con le Aziende sanitarie locali, assistenza sanitaria a eventi e manifestazioni sportive con una percorrenza di circa 266mila chilometri.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

SU