/ Eventi

Eventi | 08 luglio 2019, 15:54

Successo della Barbera d'Asti al Festival Collisioni

La regina dei vini piemontesi protagonista al festivalagro-rock, con tanti appuntamenti rivolti al numeroso pubblico presente

Successo della Barbera d'Asti al Festival Collisioni

Con il concerto dei Thirty Seconds to Mars è calato il sipario sul lungo week end del festival Collisioni, durante il quale la Barbera d’Asti si è presentata a giornalisti e wine lover. Giovedì sono stati gli ospiti del Progetto Vino a festeggiare assieme al Consorzio di tutela il decennale del riconoscimento a Docg della Barbera d’Asti. Nelle sale del Castello di Barolo Filippo Mobrici e Ian D’Agata, rispettivamente Presidente del Consorzio e coordinatore del Progetto Vino, hanno illustrato le caratteristiche della Denominazione ad una nutrita platea di giornalisti, operatori e influencer internazionali.

Gli otto campioni selezionati hanno permesso ai presenti di comprendere non solo le diverse declinazioni territoriali della Barbera d’Asti, ma anche la capacità di invecchiamento di cui questo vino è in grado. Nel fine settimana spazio invece al grande spettacolo del palco Food&Wine, appuntamento ormai fisso nel palinsesto del festival. Un lungo viaggio attraverso le eccellenze enogastronomiche nazionali, che dalla lontana Basilicata risale l’intera penisola, passando da Toscana, Marche, Veneto, per concludersi in Piemonte. Il compito di guidare i tanti appassionati è toccato a Lorena Antonioni, celebre autrice, reporter di viaggio e grande appassionata dell’Italia del gusto. Nello spirito di contaminazione che da undici anni caratterizza l’intero Festival, la Barbera d’Asti è stata protagonista di un incontro dedicato al mare.

In onore dello storico legame tra Piemonte e Sardegna, già parte del Regno dei Savoia, nel pomeriggio di ieri si è tenuta una degustazione di Barbera d’Asti Docg e Vermentino di Gallura Docg, a cui sono stati abbinati grandi formaggi piemontesi e sardi, come la Robiola di Roccaverano, il Castelmagno, la toma Piemontese ed il Pecorino Sardo. L’occasione è stata propizia anche per incontrare il nuovo assessore all’agricoltura piemontese, dott. Marco Protopapa, che assieme a Filippo Mobrici ed agli altri ospiti presenti ha discusso del rapporto che ancora oggi esiste tra i due territori e del potenziale enogastronomico degli stessi.

“Anche quest’anno il Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato è stato partner di Collisioni, un appuntamento strategico per la promozione unitaria del territorio –dichiara Filippo Mobrici, Presidente del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato-. Salutiamo con enorme affetto tutti coloro che in questo lungo week end ci sono venuti a trovare, degustando i nostri vini e ascoltando le nostre storie. Un particolare ringraziamento va infine a Ian d’Agata ed agli ospiti del Progetto Vino, a cui abbiamo consegnato le chiavi necessarie per fare comprendere ed apprezzare la Barbera d’Asti, un grande vino capace di sposarsi con le varie cucine internazionali”. 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium