/ Attualità

Attualità | 01 agosto 2019, 17:54

Piscina Comunale al coperto: posticipata l'apertura, le criticità dell'impianto sono troppe

Recenti sopralluoghi hanno evidenziato situazioni di criticità: gli uffici stanno lavorando per riaprire l’impianto a partire dal mese di novembre

Piscina Comunale al coperto: posticipata l'apertura, le criticità dell'impianto sono troppe

Nei giorni scorsi il sindaco di Asti Maurizio Rasero ha incontrato gli assessori Bovino e Morra e il dirigente LL.PP. Carantoni per confrontarsi in merito alla situazione dell’impianto della piscina comunale coperta di via Gerbi.

Alla luce delle anomalie funzionali riscontrate nell’impianto di immissione delle acque alimentanti la piscina coperta e della conseguente parziale compromissione delle finiture edili della pavimentazione di fondo vasca, a fine giugno 2019 l’Amministrazione ha affidato un incarico a un libero professionista, esperto di questa tipologia di impianti, affinché provvedesse a individuare le cause di queste anomalie stimando le opere necessarie alla loro eliminazione per poter preservare la sicurezza statica del manufatto, l’integrità della struttura e quindi la pubblica incolumità, dal momento che l’impianto è stato oggetto, nell’anno 2014, di un ingente intervento di rifacimento.

Nel corso dei sopralluoghi eseguiti il 2 luglio, sono emerse situazioni di criticità sia nella nuova vasca che nei locali e nei corridoi interrati intorno alla stessa: sono stati evidenziati distacco di laterizi dai solai e presenza di strutture con i ferri di armatura a vista estremamente ammalorati. Si è quindi reso necessario procedere immediatamente a progettare un intervento di messa in sicurezza del solaio esistente, anch’esso oggetto dei lavori realizzati nel 2014, per poter intervenire quanto prima nel mese di ottobre.

Le prove di verifica della struttura e degli impianti esistenti saranno concluse a inizio settembre e il professionista terminerà le operazioni di competenza prevedibilmente nello stesso mese.

Gli uffici stanno lavorando per riaprire l’impianto a partire dal mese di novembre.

L’attuale concessione di gestione è in scadenza il prossimo 30 settembre e, a fronte della situazione riscontrata, a oggi l’Amministrazione ha ritenuto di non procedere a effettuare una nuova procedura di affidamento a evidenza pubblica, riservandosi di prorogare per la prossima stagione il contratto, qualora sia possibile continuare ad avvalersi della struttura.

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium