/ Cultura

Cultura | 13 settembre 2019, 11:00

Nizza Monferrato si prepara ad accogliere la nuova stagione teatrale

L'assessore Ausilia Quaglia: "Il teatro è finzione ma sul palco ci sono persone vere che esprimono sentimenti e permettono allo spettatore di immedesimarsi e di scoprire qualcosa di sè"

Gli organizzatori

Gli organizzatori

Come già segnalato in un precedente articolo, ha avuto luogo ieri sera, presso la Sala consiliare del Comune, la conferenza stampa di presentazione della quarta stagione teatrale di Nizza. Erano presenti l'assessore alla Cultura Ausilia Quaglia, il direttore artistico Mario Nosengo, Nadia Macis della Fondazione Piemonte dal Vivo e il gestore del Teatro sociale.

Il racconto pieno di entusiasmo degli organizzatori ha alimentato la curiosità sulla programmazione. Il calendario è composto da sei spettacoli in cui si alterneranno danza contemporanea, prosa e musica. "Non è una stagione lunga, ma ricca e varia" - interviene l'assessore Quaglia - "vogliamo offrire varietà di stimoli e occasioni di riflessione, risate, confronti, suggestioni" e aggiunge "Il teatro è finzione ma sul palco ci sono persone vere, che esprimono sentimenti e permettono allo spettatore di immedesimarsi e di scoprire qualcosa di sè. Il teatro è cultura".

"A Nizza funziona molto bene il lavoro sinergico tra il Teatro sociale, la Fondazione Piemonte dal Vivo, il Comune e l'Associazione Arte e Tecnica"- sottolinea il direttore artistico Mario Nosengo - "Gli abbonamenti sono andati crescendo e questo testimonia un interesse sempre maggiore da parte del pubblico per la stagione teatrale".

Anche Nadia Macis della Fondazione Piemonte dal Vivo esprime la sua soddisfazione "per una stagione teatrale variegata che può attirare un pubblico sempre più ampio alternando momenti di riflessione a momenti di leggerezza".

Il programma della stagione 2019/2020

Ad inaugurare la stagione, il 21 novembre, sarà "Non farmi perdere tempo" di Massimo Andrei con Lunetta Favino, una tragedia comica incentrata su una donna che,ad un certo punto della sua vita, deve fare i conti con la realtà; giovedì 12 dicembre toccherà ai Bandakadabra, un'estrosa formazione di fiati e percussioni che si cimenterà in uno spettacolo comico-teatral-musicale.

Il nuovo anno aprirà l'8 gennaio, quando andrà in scena "First Love", un progetto di e con Marco d'Agostin, con la consulenza scientifica di Stefania Belmondo e Tommaso Custodero.

A seguire, il 28 gennaio "Mi amavi ancora" di Florian Zeller, un autore di grande talento teatrale, con Ettore Bassi e Simona Cavallari. Giovedì 27 febbraio sarà la volta di "Ditegli sempre di sì" di Eduardo De Filippo, con vedrà l'interpretazione di un talentuoso attore di teatro, Gianfelice Imparato.

La stagione si concluderà il 24 marzo con una commedia esilarante "Alle 5 da me" di Pierre Chesnot, che vedrà protagonisti Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero.

Tutti gli spettacoli hanno inizio alle h.21.

 

Per informazioni sulla modalità di vendita degli abbonamenti e dei biglietti contattare l'agenzia viaggi: La Via Maestra, via Pistone 77, Nizza  Monferrato. Tel. 0141-727523.

Numerose le agevolazioni. Per info: Associazione Arte&Tecnica, via D'Azeglio 42, Asti, 3738695116, info@arte-e-tecnica.it www.arte-e-tecnica.it

La stagione teatrale è realizzata grazie al contributo di Fondazione CRT e Fondazione Cassa di Risparmio di Asti.

Fabiana Lanfranco

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium