/ Cronaca

Cronaca | 19 settembre 2019, 19:21

Anziana morì in via Prandone dopo esser stata scippata, diciottenne assolta

La ragazza che all'epoca dei fatti era minorenne, starà in una comunità di recupero

Anziana morì in via Prandone dopo esser stata scippata, diciottenne assolta

È stata assolta perché incapace di intendere e di volere, la diciottenne che insieme a un'amica causò la morte di un'anziana rapinata in via Prandone due anni fa.

Lo ha disposto il giudice Guido Buffardeci del Tribunale dei Minori di Torino. 

La sentenza prevede per la ragazza, che all'epoca dei fatti era minorenne, almeno un anno di permanenza nella comunità di recupero che la sta ospitando. La giovane, seguita dall'avvocato Marco Dapino, non sta bene. Deve essere seguita e curata.

Era il 26 aprile 2017 quando era uscita con la sua amica Hind Smerjel detta 'India', marocchina di 21 anni. Insieme avevano avvicinato la pensionata e l'avevano scippata facendola cadere a terra. Una caduta che costò alla settantenne un grave trauma cranico che non le diede scampo. 

I FATTI

Le due ragazze facevano parte di una gang arrestata dai poliziotti della Squadra Mobile astigiana a settembre 2018. I cinque si erano resi responsabili di una decina di furti, aggressioni e rapine, alcune a mano armata, nel centro di Asti. Rubavano denaro per comprarsi la droga che poi consumavano in una alloggio di corso Alfieri.

Sniffavano cocaina e crack e per pagarli scendevano in strada e sceglievano a caso le vittime da derubare, anziani soprattutto. Inoltre le due ragazze si prostituivano. In un caso avevano attirato nell'appartamento un ventenne con la promessa di una prestazione sessuale. Invece il ragazzo era stato picchiato col calcio di una pistola ad aria compressa e derubato. 

LE CONDANNE

Per la morte della pensionata, India era stata condannata a dieci anni di reclusione in primo grado, ad aprile scorso, dal giudice del tribunale di Asti. Anche Alessandro Castagnaro, 33 anni di Asti era stato condannato in primo grado a otto anni di reclusione. Emmanuel Calogero Buttaci, astigiano di 49 anni aveva avuto una condanna di sette anni. Entrambi sono risultati estranei allo scippo fatale per l'anziana. L'altro minorenne coinvolto si trova in una comunità piemontese di recupero, dove il giudice ha disposto la messa alla prova. A ottobre l'udienza di verifica sul comportamento del ragazzo.

M.M.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium