/ Cultura

Cultura | 09 ottobre 2019, 13:50

Sabato andrà in scena una inedita rappresentazione che pone al centro “l’altro”

Lo spettacolo verrà rappresentato, 4 volte nel corso della giornata, presso la Residenza “Il Borgo” di frazione Variglie d’Asti

Sabato andrà in scena una inedita rappresentazione che pone al centro “l’altro”

Quanto è importante dare la precedenza agli altri, ponendosi al fianco di essi e non al centro della scena? Troppo spesso emerge la difficoltà di conservare i valori umani autentici e si fa strada l’esigenza di re-insegnare il ritorno alla “precedenza” verso l’altro.

Sabato 12 ottobre questa necessità verrà rimarcata dai ragazzi che soggiornano presso la Residenza per diversamente abili “Il Borgo”, gestita dalla Cooperativa Sociale Nuovi Orizzonti. È qui, nella struttura di frazione Variglie d’Asti (corso Alba 229), che gli spettatori potranno, previa prenotazione telefonica, vivere le emozioni e gli insegnamenti di “Dentro la Cornice – Per imparare a mettersi al fianco… e non al centro”, spettacolo composto da una mostra itinerante con performance teatrali, frutto del lavoro di ben sei mesi attraverso l'attivazione di un laboratorio teatrale e di un laboratorio artistico dedicati in modo mirato a tutti i ragazzi diversamente abili che vivono presso la Residenza.

L’evento, patrocinato dalla Provincia di Asti e dal Comune di Asti, punta ad un obiettivo semplice ma non facile da tradurre in realtà: “Il desiderio di raccontare ciò che quotidianamente collaboratori della Residenza e volontari hanno modo di apprezzare grazie alla vicinanza con le persone diversamente abili e le loro famiglie.”

Per riuscire nell’intento, gli spettatori verranno condotti lungo un percorso attraverso i locali del nuovo Centro diurno “La Casa delle Abilità” (inaugurata negli scorsi mesi) e gli spazi adiacenti della Residenza Il Borgo, trovando un’esperienza da vivere e condividere. Il titolo rispecchia l’essenza dello spettacolo stesso: nella cornice c’è infatti la persona ovvero chi può anche essere “l’altro in difficoltà”.

L’evento si configura quindi come un percorso di comprensione che porterà i visitatori a riflettere sul dare la precedenza all’altro e accoglierne il mondo “diversamente” sfaccettato.

Il percorso artistico-teatrale terminerà anche con la visita della mostra d’arte “I mondi dell’Altro” realizzata interamente dalle persone diversamente abili con l’aiuto preziosissimo degli educatori. Dodici quadri tutti da vivere con consapevolezza e con l’attenzione al fatto che ognuno di essi possa raffigurare di fatto il vero mondo di chi è attore per un giorno.

Lo spettacolo verrà rappresentato quattro volte nel corso della giornata (alle ore 9.30, alle 11, alle 15.30 e alle 17), con la divisione del pubblico in gruppi di circa 30 persone ciascuno con visita guidata da conduttori/teatranti, della durata di circa 45 minuti.

Un gruppo sarà formato dalle famiglie dei ragazzi protagonisti, mentre un secondo è rivolto verso le famiglie dei ragazzi che frequentano gli altri servizi della Cooperativa Nuovi Orizzonti. Ed infine gli utenti finali, coloro che prenotando, non vorranno mancare all’inedita rappresentazione premiando l’impegno degli attori e dei curatori dei laboratori ma anche riflettendo su tematiche di assoluta attualità.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni è possibile contattare il numero telefonico 0141/208019 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 15) o inviare una mail a nuoviorizzontiasti@libero.it

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium