/ Cultura

Cultura | 10 ottobre 2019, 17:31

"Il corpo delle donne con disabilità": il 17 ottobre si presenta il libro di Sara Carnovali

La presentazione si terrà presso l'Aula Magna dell'Università di Asti, dalle 16 alle 18. Interverrà anche la presidente A.P.R.I. Asti Renata Sorba

"Il corpo delle donne con disabilità": il 17 ottobre si presenta il libro di Sara Carnovali

"Le donne con disabilità sono state definite “invisibili”, i soggetti più esclusi tra gli esclusi". È con questa consapevolezza che Sara Carnovali, dottoressa di ricerca in diritto costituzionale, si pone l’ambizioso obiettivo di parlare delle esperienze vissute nel concreto da molte donne con disabilità, casi spesso mai arrivati alle orecchie dei giudici o di cui la dottrina sovente non si occupa.

Testo di carattere giuridico, innovativo nel suo genere, segue una prospettiva di tipo intersezionale tra fattore “disabilità” e fattore “genere”. In questo modo l’autrice indaga i temi della sessualità e dei diritti riproduttivi delle donne con disabilità, soffermandosi anche sulla loro violazione, ossia sulle molteplici forme che può assumere la violenza, anche di carattere istituzionale. L’analisi dei diritti umani si allaccia alle tematiche di genere e ai Feminist Disability Studies.

Al fine di sensibilizzare sulla problematica, A.P.R.I. Asti, associazione pro retinopatici e ipovedenti, organizza un incontro con l’autrice offrendo uno sguardo unico inerente la violenza di genere.

Di certo interesse per i professionisti e studenti in ambito giuridico, socio-sanitario e medico, l’evento rappresenta un’opportunità di riflessione anche per il mondo dell’associazionismo e di ogni individuo sensibile alle tematiche sociali. Questa vuole anche essere un’occasione di approfondimento per chiunque si occupi di disabilità.

La presentazione del libro avrà luogo il 17 ottobre presso l’Aula Magna del Polo Universitario di Asti, dalle 16 alle 18. Interverranno l’autrice, la presidente di A.P.R.I Asti, Renata Sorba e modererà l’incontro la dr.ssa Barbara Venturello, assistente sociale.

Ingresso libero. Si rilascia attestato di frequenza su richiesta.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium