/ Cronaca

Cronaca | 05 novembre 2019, 18:10

Assolti vertici della Magifer di Costigliole: non ci fu alcun traffico illeciti di rifiuti

Nel 2016 la guardia di finanza avevano indagato a lungo sull'impresa di Strada Chiaberto per presunti giri illeciti di rifiuti ferrosi

Assolti vertici della Magifer di Costigliole: non ci fu alcun traffico illeciti di rifiuti

Si è chiusa con un'assoluzione la vicenda giudiziaria della Magifer di Costigliole d'Asti, che tre anni fa era stata accusata di traffici illegali di scarti in ferro. La Quarta sezione penale della Corte d'Appello di Torino ha confermato il giudizio espresso dal tribunale di Asti e ha assolto Davide Basso e gli altri dirigenti.

"Assolti perché il fatto non sussiste" riferisce l'avvocato Aldo Mirate.

Nel 2016 la guardia di finanza avevano indagato a lungo sull'impresa di Strada Chiaberto per presunti giri illeciti di rifiuti ferrosi. Secondo la ricostruzione dei militari guidati dalla procura locale, la società costigliolese riceveva materiali da rottamai compiacenti.

I vertici della ditta avevano sempre contestato l'accusa, "sia durante l'indagine preliminare, sia in sede di udienza preliminare, sia, soprattutto, in sede di dibattimento" precisa Mirate. Nel 2016 il giudice del tribunale di Asti Elisabetta Chinaglia aveva assolto tutti gli imputati, sancendo l'insussistenza dei fatti denunciati.

La Procura aveva deciso d'impugnare il dispositivo, ma la Procura generale "è andata di contrario avviso - ricorda Mirate - ritenendo l'Appello predetto infondato e rinunciando al medesimo". Alla rinuncia è seguita la dichiarazione d'inammissibilità dell'Appello, pronunciata dalla Corte. Un fatto inedito per la giurisprudenza, "poiché è molto raro che la procura generale smentisca un'iniziativa di una procura territoriale".

Gli avvocati Aldo Mirate e Michele Peracino, che hanno assistito la Magifer sottolineato come l'intera vicenda abbia avuto un costo pesante, soprattutto d'immagine, per i loro clienti.

M.M.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium