/ Cronaca

Cronaca | 05 novembre 2019, 15:17

Richiesto dal pm Laura Deodato il massimo della pena per l'omicidio di Manuel Bacco

Oggi nuova udienza per la morte del tabaccaio astigiano ucciso 5 anni fa

Richiesto dal pm Laura Deodato il massimo della pena per l'omicidio di Manuel Bacco

Il massimo della pena detentiva.

È quanto ha chiesto al giudice il pm Laura Deodato, oggi 5 novembre, durante una delle udienze del processo per la morte di Manuel Bacco, il tabaccaio di 37 anni ucciso il 19 dicembre 2014 nel suo negozio di corso Alba. Il processo, che si sta svolgendo a porte chiuse e con rito abbreviato, è ancora in corso. Questa mattina l'accusa ha sostenuto una lunga e dettagliata requisitoria, al termine della quale ha formulato la richiesta pena.  

Gli imputati erano tutti presenti in aula coi rispettivi legali. C'erano Jacopo Chiesi, pizzaiolo di 25 anni di Castello d'Annone, Antonio Piccolo, 27 anni, Domenico Guastalegname, 25 anni e Fabio Fernicola, 40 anni e il presunto organizzatore della rapina, il cinquantenne Antonio Guastalegname, padre di Domenico.

Sono tutti detenuti in diverse carceri piemontesi e liguri. La moglie di Bacco, Cinzia Riccio si è costituita parte civile.

M.M.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium