/ Cronaca

Cronaca | 07 novembre 2019, 20:01

Spacca a calci una vetrata dell'Unieuro di corso Alessandria, condannato a 4 mesi di carcere

Un ragazzo di 22 anni ha dato in escandescenze perché dopo pochi giorni il suo orologio non funzionava più

Spacca a calci una vetrata dell'Unieuro di corso Alessandria, condannato a 4 mesi di carcere

Aveva mandato in frantumi una delle vetrate dell'Unieuro di corso Alessandria, perché non gli volevano cambiare l'orologio che aveva acquistato e che non funzionava.

Per questo, un marocchino di 22 anni, residente in città, è stato condannato a quattro mesi di reclusione dal giudice del tribunale di Asti.

L'11 marzo dello scorso anno aveva fatto acquisti nello store con la fidanzata. Aveva comprato l'orologio, che pochi giorni dopo aveva iniziato a non funzionare. Così era tornato per chiedere la sostituzione.

Una commessa gli aveva detto che se ne sarebbe dovuto occupare il suo collega responsabile, ma che sarebbe rientrato solo alcuni giorni dopo. L'attesa per il cliente però si sarebbe prolungata e sarebbe sopraggiunta la scadenza del termine del rimborso.

Il ventenne è andato in escandescenza, se ne è andato, poi è rientrato e ha iniziato a prendere a calci la vetrata. I dipendenti del negozio hanno chiamato il 112 ed è arrivata una pattuglia della polizia. "Alla luce delle motivazioni mi riservo il ricorso in Appello" ha detto il legale del ragazzo, Luigi Florio.

M.M.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium