/ Sport

Sport | 27 novembre 2019, 10:33

Rugby, “cappotto” del Monferrato sull’ostico terreno del Varese

I piemontesi si sono imposti, su un campo pesante al limite della praticabilità, con un netto 33-0

Rugby, “cappotto” del Monferrato sull’ostico terreno del Varese

Con un nettissimo 33 a 0 (14-0 pt), il Monferrato Rugby espugna il campo del Varese. Terreno pesante, al limite della praticabilità, che ha impedito al ai Leoni di velocizzare il gioco come sanno fare. Partita molto intelligente della franchigia piemontese, molto brava in mischia e in touche bene, anche se - a detta di Mister Diego Baldovino “ci si aspetta di più”. I ragazzi del Monferrato sono comunque stati bravi ad aprire il gioco al largo. Ottima la mediana, il vero punto di forza: Caramella e Rinero hanno guidato i compagni, incontenibili i centri En Nuor e Heymans, da loro non si passa... Capitan Gallo e tutta la mischia hanno messo in campo sacrificio e tanto cuore.

La cronaca

Subito in meta al 2’ con Farinetti, trasformata da Domenighini, 7.0. Al 12’ a segno En Naour, trasformazione positiva ancora di Domenighini. Finisce il primo tempo, in cui sono state molte le mischie perché non era facile tenere il pallone in mano. Si riprende, Carloni per Gallo, Amarildo per Sphella. Al 14’ meta di Rinero trasformata dallo stesso argentino, 21-0. Al 30’ meta di Ameglio, trasformata da Domenighini. Il Monferrato continua ad onorare la partita, al 35’ meta dell’esperto Caponiti: in posizione, schiaccia sulla bandierina. Anche per lui una meritata segnatura.

 

“Bravi i ragazzi, visto il tempo ed il campo sapevamo che non sarebbe stato semplice, quindi erano necessarie la massima attenzione e maturità di approccio alla partita. Così è stato, il lavoro settimanale si sta vedendo. Ma dobbiamo rimanere sempre con i piedi per terra. C’è morale, oggi ho visto dei veri lottatori” commenta Baldovino

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium