/ Cronaca

Cronaca | 28 novembre 2019, 19:38

Perquisizioni nei campi nomadi di Asti in via Guerra e strada Vallarone

L'operazione è stata coordinata dalla Procura di Asti e ha coinvolto tra Asti, Alba e Carmagnola più di 100 tra agenti e militari

Perquisizioni nei campi nomadi di Asti in via Guerra e strada Vallarone

Ieri mattina ad Asti due campi nomadi (via Guerra e località Vallarone) sono stati ispezionati da un centinaio di poliziotti e carabinieri.

Le Forze dell'ordine hanno perquisito le case prefabbricate, camper e roulotte in contemporanea con i blitz ad Alba e  Carmagnola (in questo caso è intervenuta anche la Guardia di Finanza).

L'intera operazione è stata coordinata dalla Procura di Asti e dal Procuratore capo Alberto Perduca, insieme a Cuneo e Torino. I due campi astigiani sono stati controllati anche dalle unità cinofile.

A "dirigere" gli interventi la Squadra Mobile della Questura di Asti, con il supporto dei Carabinieri. 

Il materiale rinvenuto viene definito "di interesse investigativo"; bobine di rame, penne e accendini d'oro per un valore di circa 20mila euro. Un 42enne residente in via Guerra è stato denunciato per ricettazione. Accertamenti vengono svolti anche su autoveicoli nuovissimi.

Ad Asti non è stato trovato materiale esplosivo come invece ad Alba, dove, nel campo vicino al Tanaro, un uomo è stato indagato per ricettazione e fabbricazione di materiale esplodente.

Le ricerche coordinate dalla procura astigiana, potrebbero essere legate alla vicenda dell'ordigno rudimentale esplosivo scoppiato  il 7 ottobre scorso, a scopo intimidatorio nei pressi del Tribunale di Asti con minacce a quattro magistrati astigiani. "Vi faremo morire tutti" era scritto su una tavoletta di metallo vicino al luogo dell'esplosione del piccolo ordigno rudimentale.

Più di 100 gli agenti e i militari impegnati nell'operazione.

Betty Martinelli e M.M.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium