/ Eventi

Eventi | 03 dicembre 2019, 16:14

A Castagnole Lanze i presepi sono fatti con i materiali del territorio

Nel borgo storico dall’8 dicembre al 12 gennaio 2020

A Castagnole Lanze i presepi sono fatti con i materiali del territorio

In occasione delle festività natalizie, torna a Castagnole Lanze il tradizionale appuntamento con i “presepi del territorio”. L’iniziativa, lanciata qualche anno fa dai volontari della Associazione Culturale Torre del Conte Paolo Ballada di Saint Robert, che ne cura di anno in anno l’implementazione, vede ora il coinvolgimento anche di una parte della popolazione di castagnolese, i bambini e qualche artigiano locale.

Da quest’anno inoltre, grazie all’intervento dell’amministrazione comunale, l’iniziativa entra a far parte del circuito “Oro Incenso Mirra – presepi nel Monferrato”, manifestazione giunta alla sua IV edizione dedicata alle installazioni presepistiche del territorio. Un itinerario artistico e culturale attraverso le rappresentazioni della Natività di cui fanno parte anche Albugnano, Aramengo, Camerano Casasco, Castagnole Monferrato, Cocconato, Grana, Monale, Montegrosso d’Asti e Schierano.

A partire dall’8 dicembre l’esposizione potrà essere ammirata lungo le vie del Borgo Storico del paese alto, sui davanzali e sulle soglie delle case, a ridosso dei cancelli o sugli antichi muretti in pietra o in mattoni. Saranno circa 200 i presepi costruiti con materiali poveri e semplici. Creazioni originali fatte a mano con prodotti e materiali espressione del territorio e delle sue tradizioni dai tappi di sughero alle nocciole, dalle bottiglie di vino ai ceppi di legno. Altrettanto caratteristiche le ambientazioni: damigiane, piccoli cestini, setacci e molto altro, frutto del talento creativo e artistico di volontari e borghigiani.

Percorrendo le vie del borgo è d’obbligo la tappa al parco della Rimembranza, che ospita il percorso museale curato dall’associazione e dedicato al conte Paolo Ballada di Saint Robert, importante promotore della cultura scientifica del XIX secolo. Ad accogliere i visitatori ai piedi della torre, il presepe a misura d’uomo con i suoi trenta elementi. Il consiglio è di spingersi fino alla sommità del parco per ammirare le vette del maestoso arco alpino e farsi aiutare a riconoscere i nomi delle cime dai pannelli, tratti da fotografie della sezione di Asti del Club Alpino Italiano, realizzati a cura dell’associazione.

I presepi saranno visitabili fino al 13 gennaio 2020. Un’occasione da non perdere per immergersi nell’atmosfera natalizia, in uno dei borghi più suggestivi del Piemonte!

Ulteriori informazioni: 335.84.891.62 e assoc.torreballada@libero.it

Comunicati stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium