/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 03 gennaio 2020, 19:19

"L'inquilina dell'attico". Una storia di coraggio del giornalista astigiano Gianfranco Mogliotti

La scoperta di una malattia invalidante e la voglia di vivere ogni istante

"L'inquilina dell'attico". Una storia di coraggio del giornalista astigiano Gianfranco Mogliotti

Si può scendere a patti con un’inquilina invadente e frustrante, soprattutto sapendo di non poter sbarazzarsene?

Una risposta non facile soprattutto se l’inquilina in questione è la sclerosi multipla che un bel giorno decide di cambiare completamente la vita di chi si trova sul suo cammino.

È la bella (sì, bella nonostante tutto) storia che racconta Gianfranco Mogliotti, 48 anni impiegato di Gaia e giornalista, nel suo libro autobiografico “ L’inquilina dell’attico”.

Una storia di coraggio” vera con un ottimismo e un’ironia che fanno parte di Gianfranco nella quotidianità, un coraggio che non viene mai meno durante le tante salite e i limiti, grazie anche ad amici meravigliosi e un’innata voglia di vivere che sprona il corpo nella sua lotta.

LA STORIA... LA REALTÀ

E gli amici, il gruppo, sono protagonisti della storia. Una band sciolta e l’amico leader che torna e propone di tornare a suonare durante le vacanze in Spagna.

Giovanni Gigliotti, “il Grillo” (l’alter ego di Mogliotti), tra gli amori, le delusioni e la malattia che irrompe con prepotenza nella sua vita di atleta, si muove con destrezza e ironia. Mai con commiserazione pur nella consapevolezza che i suoi parametri cambieranno, riuscendo ad essere atleta anche su una sedia a rotelle. Il Grillo diventa infatti campione di “Joelette” e di “Kbike”, viaggia e prende il brevetto da sub.

E il Grillo è sempre più Gianfranco che impara a convivere con l’invadente inquilina, giocando tutte le carte a sua disposizione.

Un’inquilina che sta con lui ormai da 20 anni e che è compagna di vita di almeno 118mila persone in Italia.

Tu stai facendo poesia – dice un amico del Grillo nel libro - Hai una malattia terribile, ma combatti come un leone per vivere al meglio, senza pesare su nessuno. Vai a lavorare tutti i giorni, fai sport, hai donne, nessuno direbbe che hai limiti”.

In questo romanzo – racconta Gianfranco - ho voluto raccontare un’autobiografia romanzata dei miei vent’anni di vita con questa patologia raccontata in un modo positivo, una vita normale di un ventenne con gli amici con i suoi sogni che improvvisamente vede la sua strada impennarsi

Una lettura piacevolissima, a tratti malinconica ma sempre positiva che insegna senza voler dare mai lezioni, che appassiona e prende per mano in un viaggio che tocca nel profondo.

DOVE TROVARE IL LIBRO

Il libro edito da Cartman Edizioni di Torino, ha un’introduzione di Anna Tonelli (Presidente Sezione Provinciale AISM di Alessandria), prefazione del giornalista Claudio Rosmino e una nota di Raffaella Barbierato (Università Piemonte Orientale). In copertina il dipinto dell’artista astigiana Feofeo.

Si trova, ad Asti, da Marchia, il Punto, il Pellicano e Alberi d’acqua, in edicola e a Rocchetta Tanaro (paese di Mogliotti) da Pensieri e colori.

Betty Martinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium