/ Attualità

Attualità | 15 maggio 2020, 15:39

Con contagi in calo e situazione nelle RSA rassicurante, Costigliole “fa le prove” di normalità [VIDEO]

Hanno riaperto i cimiteri e dal fine settimana ritorneranno anche i mercati, pur contingentati e con i soli banchi alimentari

Un immagine "pre-lockdown" del mercato domenicale di Costigliole d'Asti. Naturalmente, considerata la situazione ancora anomala, quelli di prossimo svolgimento si preannunciano decisamente differenti

Un immagine "pre-lockdown" del mercato domenicale di Costigliole d'Asti. Naturalmente, considerata la situazione ancora anomala, quelli di prossimo svolgimento si preannunciano decisamente differenti

Con il numero di contagi accertati in calo (sono passati da 12 a 9, in gran parte asintomatici e in corso di guarigione) e indicazioni rassicuranti relative gli oltre 300 tamponi eseguiti in paese e nelle RSA, il cui screening è in fase di completamento, anche per Costigliole d’Asti è arrivato il momento di passare ad un graduale ritorno alla normalità.

Pertanto, dalla giornata di ieri (giovedì 14 maggio) hanno riaperto all’utenza tutti e quattro i cimiteri comunali, cui si può naturalmente accedere solo con mascherine e guanti e nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale, e nell’imminente fine settimana riprenderanno i mercati di frazione Sabionassi e quello domenicale in paese. Ovviamente in area transennata, con la presenza di soli banchi alimentari e con accessi contingentati e presidiati da Polizia Municipale, Protezione Civile e volontari.

Novità anche per quanto concerne il conferimento di sfalci e potature all’ecostazione di Gaia, presso cui sarà possibile consegnarli senza prenotazione il lunedì e martedì mattina, il mercoledì e il sabato il pomeriggio e il giovedì per l’intera giornata. Si dovrà invece attendere ancora per il conferimento di tutti gli altri tipi di rifiuti. Da segnalare, inoltre, che dal 21 maggio verrà riattivato anche il servizio di ritiro domiciliare su chiamata degli ingombranti, contattando l’Ufficio Ecologia al numero 0141/962209. Va infine ricordato che affidare i rifiuti a persone non autorizzate costituisce reato.

Ulteriori dettagli nel video del sindaco Cavallero.

Gabriele Massaro

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium