/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 21 maggio 2020, 18:00

Incontro tra sindacati e Regione per la sicurezza dei lavoratori del comparto idraulico forestale

FLAI-CGIL, FAI-CISL e UILA-UIL: "La Regione intende proseguire a supportare un settore indispensabile e di fondamentale importanza per la tutela dell’ambiente e del territorio piemontese"

Paolo Capra, segretario provinciale FLAI/CGIL di Asti

Paolo Capra, segretario provinciale FLAI/CGIL di Asti

Il 19 maggio si è svolto in videoconferenza un incontro tra le Organizzazioni Sindacali FLAI-CGIL, FAI-CISL e UILA-UIL e la Regione Piemonte, rappresentata dall'assessore Marco Gabusi e la dott.ssa Maria Gambino.
All’ordine del giorno della riunione la situazione dei lavoratori del comparto idraulico forestale.

Da tempo che si stava affrontando la tematica relativa alla ripartenza dei cantieri e la conseguente assunzione dei lavoratori stagionali che ogni anno operano in questo settore.

A tal proposito la Regione ha confermato che i protocolli su salute e sicurezza sono stati predisposti così come previsto dal DPCM e che tutti i DPI sono già stati distribuiti nei vari magazzini sul territorio regionale.

Pertanto i cantieri stanno gradualmente ripartendo. In questi giorni si stanno effettuando le visite mediche di tutti i lavoratori stagionali. Le ultime sono previste per oggi, 21 maggio, dopodiché, una volta ricevuti i certificati di idoneità, si procederà alle assunzioni che presumibilmente avverranno all’inizio di giugno.

Nel rispetto di quanto previsto dall’accordo sindacale regionale l’assessore ha confermato l’impegno a procedere con la stabilizzazione di un congruo numero di lavoratori attualmente in forza a tempo determinato.

"Un percorso a tappe che va necessariamente implementato, che avremmo voluto più celere e puntuale, ma che, se confermato nei fatti, restituisce al settore una ruolo strategico e centrale. Un segnale concreto a dimostrare che la Regione intende proseguire a supportare un settore per noi indispensabile e di fondamentale importanza per la tutela dell’ambiente e del territorio piemontese", così i sindacati. 

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium