/ Politica

Politica | 24 settembre 2020, 15:55

I molti problemi delle frazioni al centro di una nuova interpellanza della minoranza consiliare

Il documento accentra l’attenzione, in particolare, sui concentrici di Canova e Palucco

Foto di Efrem Zanchettin - MerfePhoto

Foto di Efrem Zanchettin - MerfePhoto

Nell’ambito di un’ennesima interpellanza firmata da tutti i consiglieri di minoranza - Mario Malandrone (Ambiente Asti); Angela Quaglia (CambiAMO Asti); Angela Motta (Italia Viva); Maria Ferlisi, Giuseppe Dolce e Luciano Sutera Sardo (Partito Democratico); Michele Anselmo e Mauro Bosia (Uniti Si Può); Massimo Cerruti, Giorgio Spata, Davide Giargia e Martina Veneto (Movimento 5 Stelle) – , interrogano il sindaco Maurizio Rasero sulle molteplici problematiche correlate le aree frazionali. “Una problematica decennale – affermano –, anche legata al tema di fondi difficili da recuperare, legato alla sicurezza stradale, alla velocità dei mezzi, a lavori mai eseguiti perché il Comune era appeso a una fideiussione relativa a un progetto di urbanizzazione di quasi 15 anni fa. Lo scorso autunno vennero annunciati lavori e una sistemazione di tutte quelle problematiche. Ma a oggi tutto rimane uguale”.

L'opposizione ha pertanto chiesto unita il perché dei ritardi, il perché non si sono iniziati i lavori annunciati e se il progetto che verrà realizzato. Nell'interrogazione si sollevano, in particolare, le problematiche delle frazioni Canova e Palucco legate al tema della sicurezza stradale.

Molteplici le domande cui la minoranza chiede risposta: quali motivazioni e/o problematiche siano incorse per non mettere mano alla situazione in cui versa il tratto di strada prospiciente i negozi in zona Palucco, annunciata circa un anno fa? Che fine ha fatto la fideiussione? Se vi sia un progetto futuro per mettere in sicurezza il tratto di strada che separa la frazione frazioni dalla zona urbana della città di Asti. Cosa impedisca a distanza di un anno dall'annuncio di imminenti lavori di procedere con i lavori annunciati.

Il consigliere Giuseppe Dolce (Partito Democratico), ha poi fatto anche 100 passi da quella strada e ha potuto rilevare altri problemi quale la questione delle fognature e della ex scuola del Palucco. Tutte situazioni che la minoranza annuncia di voler trattare in Consiglio comunale.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium