/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 12 maggio 2021, 12:23

La grande cucina di Langhe, Monferrato e Roero è protagonista di “Ristoratori in cattedra”

Un progetto digitale, finalizzato a rilanciare il comparto ristorativo, promossa dal Consorzio dell’Asti spumante e del Moscato d’Asti Docg insieme a importanti partner del territorio

La grande cucina di Langhe, Monferrato e Roero è protagonista di “Ristoratori in cattedra”

Il comparto della ristorazione, duramente messo alla prova dalla pandemia e dalle relative misure di contenimento, ha un’enorme voglia di ripartire che è anche alla base di “Ristoratori in cattedra. La grande scuola di cucina di Langhe, Monferrato e Roero online”, progetto digitale che vede alla direzione Pier Ottavio Daniele e che è promosso dal Consorzio dell’Asti spumante e del Moscato d’Asti docg, insieme a numerosi partner, quali Comune di Asti, Fondazione Radici, Atl Langhe, Monferrato e Roero, Consorzio operatori turistici Langhe Monferrato e Roero, Confcommercio Asti e Associazione Albergatori e Ristoratori Astigiani, Associazione Astigiani.

L’iniziativa di promozione, che prenderà vita il 15 maggio sui canali social e Youtube di Consorzio dell’Asti e del Moscato d’Asti docg e dei partner, vuole rilanciare, anche a livello internazionale, la cucina di Langhe, Monferrato e Roero, area riconosciuta nel 2014 Patrimonio UNESCO, ricca di storia e cultura enogastronomica.

La webserie si articola in 30 episodi in lingua italiana con sottotitoli in inglese, e prevede un’uscita a settimana da maggio a dicembre, agosto escluso. Ogni filmato, girato con attrezzature ad alta definizione nella cucina del ristoratore protagonista di puntata, mostra la realizzazione di un piatto iconico del locale, valorizzato dall’abbinamento aromatico con l’Asti Spumante o il Moscato d’Asti Docg. Gli utenti del web potranno imparare a preparare autentiche ricette d’autore con docenti d’eccezione, ovvero trenta ristoratori che svolgono la loro attività sul territorio di Langhe, Monferrato e Roero, in particolare nell’area di produzione della profumata uva Moscato Bianco utilizzata della produzione della Docg Asti Spumante e Moscato d’Asti.

I video, della durata di circa 3 minuti ciascuno, offriranno al pubblico dei racconti emozionali, che porranno l’attenzione sul gusto della tradizione, sulla cultura e sull’etica del lavoro che costituiscono i presupposti per la creazione dei piatti-simbolo che hanno reso grande nel mondo la cucina di Langhe, Monferrato e Roero. È prevista anche la partecipazione di alcuni “artigiani del gusto”: Molino Signetti, Vallcarni, Pasticceria Cav. Vicenzi e Studio Design 25-cucine sartoriali. Storici, antropologi ed esperti approfondiranno alcuni aspetti legati alle tradizioni locali, in modo coinvolgere ed incuriosire con aneddoti e spunti di interesse per gli spettatori. La musica della sigla, sarà caratterizzata dalle note del cantautore Giorgio Conte.

L’obiettivo principale di questo progetto è dare visibilità e sostegno ai ristoratori del territorio che in questi giorni stanno riaprendo l’attività, evidenziando aspetti legati alla cultura e alla tradizione, alla professionalità e alla passione per un lavoro, che in molti casi, è eredità familiare da generazioni.

Files:
 Progetto ristoratori in cattedra (6.1 MB)

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium