/ Politica

Politica | 04 agosto 2021, 08:18

Agente ferito da cane in carcere, la solidarietà da Italia Viva di Asti

Scrivono Angela Motta e Gigi Gallareto: "Un augurio di pronta guarigione e solidarietà anche al responsabile de centro addestramento"

Agente ferito da cane in carcere, la solidarietà da Italia Viva di Asti

Dopo il grave incidente occorso ad un agente di polizia penitenziaria nel carcere di Quarto, dove un pitbull lo ha gravemente ferito a morsi, causandogli anche l'amputazione di un piede, arriva anche la solidarietà della politica.

In merito all’incidente avvenuto il 28 luglio scorso presso il Centro di addestramento cinofili della Casa di reclusione di Asti – dichiarano Angela Motta e Gigi Gallareto, Italia Viva Asti - vogliamo esprimere innanzitutto la nostra vicinanza e un augurio di pronta guarigione all’agente rimasto coinvolto in maniera grave dall’aggressione ad un piede da parte di uno dei cani".

Dai due esponenti la riflessione tocca anche il responsabile del Centro addestramento dell'Unità cinofila del carcere, fiore all'occhiello della struttura.

"Solidarietà anche nei confronti del responsabile del Centro di addestramento impegnato nel servizio dal 2001. Da vent’anni, infatti, l’Unità di addestramento cinofila sotto la guida del suo responsabile, svolge un ruolo molto importante di salvataggio e rieducazione di cani maltrattati e abbandonati. L’auspicio, dunque, è che le indagini in corso della Procura possano far luce al più presto sulle cause di quanto accaduto, individuando eventuali errori compiuti o leggerezze, a tutela sia dell’incolumità degli agenti, sia dell’importante e delicato lavoro svolto dal responsabile del Centro in questi anni”.

Al direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium