/ Solidarietà

Solidarietà | 03 marzo 2022, 19:48

Luci di speranza: un fiume di astigiani in strada per la fiaccolata della pace (FOTOGALLERY)

Anche gli astigiani sostengono l'Ucraina e dicono basta alla guerra e alle armi

Foto di Merfephoto

Foto di Merfephoto

Luci. Luci di speranza.

Così Asti questa sera è scesa in strada, con una fiaccolata per la pace rivolta alla guerra in Ucraina.

Un torrente di persone partito da piazza Roma, che ha percorso tutto corso Alfieri, giungendo poi in piazza San Secondo, dove si è svolto un momento di riflessione condivisa sugli ultimi fatti atroci che stanno devastando l'Ucraina. 

Tantissimi i cittadini presenti, così come gli esponenti dell'Amministrazione e numerose associazioni: CGIL, CISL, UIL e deciso di aderire all’iniziativa ANPI, ACLI, Associazione ANANSE, ASTI CAMBIA, A Sinistra APS, Casa del Popolo, Comitato ARCI Asti, Langhe e Roero, Coordinamento Libera Asti, Pastorale Sociale e del Lavoro, Rete WelcomingAsti e i gruppi politici ‘Ambiente Asti’, ‘Uniti si può’, ‘Giovani Astigiani’ e 'Maurizio Rasero Sindaco’.

Presenti anche i principali istituti scolastici della città.

C'è chi ha scelto di portare in piazza una fiaccola luminosa e chi, invece, la foto di un parente che non c'è più per colpa della guerra e della violenza umana che non conosce confini. C'è chi ha perso un figlio combattente, chi un amico soldato, che non potrà mai dimenticare. Un momento toccante per Asti e per un'intera cittadinanza, che torna a riempire le piazze di vita e di speranza, dopo la pandemia, per combattere una nuova sfida.

Rigorosamente senza armi.

Elisabetta Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium