/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 03 marzo 2024, 16:45

Asti e la globalizzazione ottocentesca: l’oriente di Carlo e Osvaldo

Ne parleranno la storica Deborah Besseghini con la professoressa Alice Raviola

Deborah Besseghini

Deborah Besseghini

L’Archivio di Stato di Asti, presenta una serie di Conversazioni in Archivio. Questi incontri offrono un’opportunità unica per esplorare la storia e l’arte attraverso chiacchierate con esperti e studiosi

Il 15 marzo, alle ore 17, si parerà di globalizzazione. La globalizzazione non è un fenomeno recente, ma ha radici profonde che risalgono al '700 e all’800. Le rivoluzioni di quel periodo hanno dato un potente impulso a questo complesso fenomeno, trasformando rapidamente e radicalmente il mondo intero.

Ne parleranno Deborah Besseghini con la professoressa Alice Raviola.

Non si tratta solo di rivoluzioni politiche, ma anche di trasformazioni nei settori commerciali, produttivi, finanziari, dei trasporti e delle comunicazioni. Le identità culturali sono state ridefinite, e le carte di Osvaldo e Carlo Roero di Cortanze, conservate nell’Archivio di Stato di Asti, ci guidano in un viaggio affascinante.

Dall’Himalaya a Shanghai, queste carte ci svelano storie di grandi interessi speculativi, diplomazia, turismo e pratiche della modernità. Insieme ad altre collezioni dimenticate presenti sul nostro territorio, dimostrano come i piemontesi dell’Ottocento avessero una chiara attitudine ad agire e pensare in termini globali.

Deborah Besseghini è una storica dell’Età delle rivoluzioni e degli imperi. Dottoressa di ricerca in Scienze Umanistiche presso l’Università degli Studi di Trieste, dal 2021 è assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Culture Politica e Società.

È stata professoressa esterna presso l'Universidad Nacional de Tucumán e l'Universidad Nacional del Sur, in Argentina, ed è docente presso l’Università degli Studi di Milano e al dipartimento CPS di Torino. Qui svolge una ricerca sulle collezioni del piemontese Carlo Vidua di Conzano e il mondo ispanico (particolarmente Messico e Filippine). È membro di reti internazionali di ricercatori e ha partecipato a numerosi convegni e iniziative scientifiche in diversi paesi.

Attualmente collabora, tra l'altro, ai progetti HIRECOM della Casa de Velázquez (Spagna), "Towards a Global Diplomatic History (c.1400-1900)" dell'University of Warwick (Regno Unito) e "Historical Treaties of Southeast Asia" della Linnaeus University (Svezia). È autrice di saggi in inglese, italiano e spagnolo sulle rivalità internazionali nell’America ispanica durante le Guerre di indipendenza, sulle trasformazioni del commercio globale nell’Età delle rivoluzioni e, soprattutto, sull’imperialismo informale.

Le Conversazioni del Venerdì sono aperte al pubblico e l’ingresso è libero fino a esaurimento posti. Vi aspettiamo per un viaggio nel passato che ci aiuterà a comprendere meglio il presente e a navigare tra le onde digitali del nostro tempo. 

 

 

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium