Al Direttore - 27 marzo 2020, 17:09

Conbipel ha presentato domanda di ammissione alla procedura di concordato preventivo. Le reazioni della UILTUCS

"È palese il fatto che la decisione di procedere alla domanda di concordato non ha nulla a che fare con l'emergenza Covid-19 e che è stata preparata nei mesi scorsi"

Conbipel ha presentato domanda di ammissione alla procedura di concordato preventivo. Le reazioni della UILTUCS

La UilTucs (Unione Italiana Lavoratori Turismo Commercio e Servizi) nazionale, dopo la diffusione della notizia che la Conbipel ha presentato domanda di ammissione alla procedura di concordato preventivo di cui all'art. 161 della legge fallimentare, ha diramato una nota.

 "La notizia - scrivono - è stata comunicata direttamente ai dipendenti dall'amministratore delegato Jeff Fardel attraverso un breve comunicato dal chiaro intento di rassicurare i colleghi rispetto all'impegno di preparare e implementare un piano di risanamento annunciando una ristrutturazione che richiederà un nuovo investitore".

È in corso un incontro tra la UILTuCS, Filcams e Fisascat e CONBIPEL SPA e CONBIPEL C&D a seguito della richiesta pervenuta dalle stesse per definire il ricorso alla cassa integrazione in deroga come previsto dall'art. 22 del Decreto Legge 17 Marzo n 18 "Cura Italia".

"Saranno quindi acquisite - continua il sindacato - le dovute informazioni. Da una tempestiva ricerca presso il tribunale di Asti abbiamo trovato riscontro del decreto di ammissione della domanda recante la data del 18 Marzo e dell'avvenuta nomina del Giudice Delegato e del Commissario Giudiziale nella persona del Dott. Maurizio Civardi. Tale approfondimento ci fa esprimere da subito un giudizio di merito negativo circa la evidente mancanza nel praticare corrette relazioni sindacali da parte dell'impresa stessa.

È palese il fatto che la decisione di procedere alla domanda di concordato non ha nulla a che fare con l'emergenza Covid-19 e che è stata preparata nei mesi scorsi. A seguito del citato confronto comunicheremo tempestivamentei contenuti delle informazioni acquisite e della richiesta di ricorso alla cassa integrazione in deroga".

Il Segretario Nazionale Paolo Andreani
Il Segretario Generale Brunetto Boco

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

SU