Green - 05 aprile 2020, 07:34

Guanti monouso a terra davanti all'Esselunga del Borgo. E Asti finisce su "Plastic Free"

La pagina Facebook, con lo scopo di sensibilizzare alla pericolosità della plastica, ha reso pubblico il triste scatto ieri

Lo scatto reso pubblico da Plastic Free

Lo scatto reso pubblico da Plastic Free

Nella serata di ieri sulla pagina Facebook di "Plastic Free" è comparsa una foto che, purtroppo, riguarda Asti.

Una costellazione di guanti... a terra

Ritratta nel triste scatto è una parte del centro commerciale "Il Borgo" di Asti, nei pressi del supermercato Esselunga, costellata di guanti monouso lasciati a terra.

Moda?

"Buttare a terra guanti monouso sta diventando una vera e propria moda. Non ci sono parole!", si legge dalla pagina Facebook dell'associazione. 

Rottura di una confezione? 

Buttati intenzionalmente o caduti accidentalmente magari dopo la rottura di una confenzione, di fatto sono stati lasciati a terra, senza troppe preoccupazioni.

Una forma di degrado e noncuranza notata in diverse zone della nostra città, che ha spinto qualche giorno fa il sindaco di Asti, Maurizio Rasero, a parlarne con toni accesi nel corso della sua diretta serale. 

Zozzone

Lo stesso primo cittadino si è scagliato contro chi butta (o comunque lascia a terra) guanti e mascherine: "Chi lo fa si vergogni. È uno zozzone".

Plastic Free

Plastic Free OdV, infatti, è un'associazione senza scopo di lucro impegnata nella tutela dell'ambiente e degli animali, contro la plastica. Lo scopo principale dei suoi canali social è quello di sensibilizzare alla pericolosità della plastica, spesso causa di morte di molti animali.

Elisabetta Testa

Ti potrebbero interessare anche:

SU