Al Direttore - 07 aprile 2020, 20:15

Coronavirus, Confappi: "Accordare riduzione temporanea dei canoni per gli inquilini"

La Confederazione Piccola Proprietà Immobiliare di Asti: "I proprietari devono dare il loro contributo"

Coronavirus, Confappi: "Accordare riduzione temporanea dei canoni per gli inquilini"

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Confappi, in merito al perdurare dell'emergenza Covid-19.

L'associazione CONFAPPI (Confederazione Associazione Piccolo Proprietari) tutela gli interessi dei piccoli proprietari, ma sempre nell’ambito di un doveroso rispetto di quelli degli inquilini.

In questo momento di emergenza nazionale molti conduttori, specialmente di immobili ad uso diverso dall’abitativo, sono in obiettive e gravi difficoltà economiche.

Le recenti misure governative, in particolare i decreti legge c.d. Salva Italia e quello denominato liquidità sicuramente danno fiato finanziario alle imprese, ma la chiusura o la fortissima riduzione di fatturato per quelle ancora aperte lasciano segni pesanti sui loro bilanci. Anche per le locazioni uso abitativo vi sono situazioni di forte difficoltà economica a far fronte al pagamento dei canoni. Pensiamo ai cassa integrati, ai lavoratori autonomi con redditi in questo periodo ridottissimo o quasi azzerati, ai licenziati o il cui contratto di lavoro non è stato rinnovato.

La situazione economica odierna eè la più grave e più preoccupante di questo dopoguerra. C’è il timore fondato di una forte depressione alle porte che travolgerebbe tutti i settori economici dell’Italia.

Come associazione riteniamo che anche i proprietari debbano dare il loro contributo per riuscire a ridurre i danni di una congiuntura economica decisamente negativa e per una moralmente doverosa partecipazione agli sforzi degli italiani tutti.

L’invito è di rivedere nelle situazioni di necessità, in cui vi sia una richiesta degli inquilini di accordare una riduzione temporanea dei canoni per consentire alle imprese e alle famiglie di recuperare sotto il profilo reddituale e di riprendere in tempi rapidi.

Se vi è un accordo in tal senso rammentiamo l’obbligo della registrazione della temporanea riduzione del canone al fine di non pagare imposte su canoni non percepiti.

Tutti uniti ce la faremo!

Il presidente Mauro Bolla

Al direttore

Ti potrebbero interessare anche:

SU