Attualità - 02 giugno 2020, 11:20

Un 2 giugno all'insegna del ricordo delle vittime del Covid e del ringraziamento a sanitari e istituzioni [FOTOGALLERY E VIDEO]

Il prefetto Terribile:"Ringrazio tutti i professionisti, volontari e cittadini che hanno pensato al perseguimento del bene comune senza riserve"

MerfePhoto

MerfePhoto

Un 2 giugno che sicuramente l'Italia non dimenticherà.

Un 2020 travolto da un'emergenza mondiale che, insieme alle vittime, ha travolto il tessuto sociale ed economico del Paese e un 74° anniversario, travagliato.

Nel suo saluto, il prefetto di Asti, Alfonso Terribile, prima di leggere l'intenso messaggio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha voluto ricordare le vittime della pandemia e le loro famiglie e abbracciare con il suo saluto tutte le professioni mediche:"Desidero rivolgere un ringraziamento alle professionalità mediche, infermieristiche e sanitarie in prima linea durante l'emergenza al servizio della collettività".

Non ha mancato di esprimere ringraziamenti ai sindaci, al presidente della Provincia e al presidente del Tribunale, al questore, al comandante dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di finanza e della Polizia locale "Tutti professionisti che hanno espletato servizi a tutto campo, e grazie anche a tutti gli uomini delle forze dell'ordine e alle componenti del mondo produttivo ed economico, ai cittadini, i volontari e tutte le persone che hanno pensato al perseguimento del bene comune senza riserve".

Dopo la lettura del messaggio del presidente Mattarella, l'emozionante cerimonia dell'Alzabandiera.

A seguire un piccolo brindisi con 13 invitati e alle 17, l'Ammainabiandiera

Betty Martinelli

Ti potrebbero interessare anche:

SU