Cultura e tempo libero - 21 novembre 2020, 16:52

A Nizza il "Polentone che Missione" giunge all'11esima edizione e ...Aggiunge un posto a tavola"

Da oggi al 29 novembre aiuta il commercio locale e due missioni in Brasile e in Ciad con una 'cena sospesa' dai commercianti locali

A Nizza il "Polentone che Missione" giunge all'11esima edizione e ...Aggiunge un posto a tavola"

Un anno speciale anche per la solidarietà che non ferma le iniziative che da tempo aiutano i più fragili è poveri.

È giunta alla sua 11esima edizione a Nizza Monferrato, "Polentone che missione", evento organizzato da Projeto Corumbà Onlus, che quest'anno aggiunge alla solidarietà verso due missioni di Africa e Brasile, quella nei confronti del territorio e dei suoi commercianti.

L'Iban per aiutare

"La manifestazione - ha spiegato l'assessore nicese Marco Lovisolo - si appoggia a iniziative dei commercianti nicesi e invita i cittadini a sostenere il commercio lasciando una sorta di cena sospesa attraverso l'Iban  IT65E0306909606100000114113"

Andrea Forin di Projeto Corumbà Onlus spiega: "Ripartiamo da Nizza per poter tornare in Brasile a sostenere chi ha più bisogno. Grazie allo Iat che fornisce la base per l'iniziativa, da stasera e per tutta la settimana si può lasciare una cena sospesa presso le attività del territorio che fanno servizi a domicilio. Da Nizza sono partiti i missionari che aiutano le due missioni che seguiamo da 15 anni. Dobbiamo un grazie enorme perché tutto ciò che è stato realizzato arriva dal contributo di tanti amici.

Aggiungi un posto a tavola

"Per tenere vivo un evento come il Polentone arrivato a 11 edizioni, continua, lo traduciamo in evento virtuale 'Aggiungi un posto a tavola'. Quest’anno è particolarmente importante andare dagli esercenti della nostra città, ci uniamo a iniziative come Nizza col cuore, #Ioleggoperché, invitando gli amici a comprare locale e pensare alla solidarietà globale, il ricavato andrà alle due missioni”.

Marco Pesce, presidente dell'Associazione: “Per noi l’evento del Polentone era il principale dell’anno, l’idea era di pensare a necessità locali ma anche a quella delle missioni, mentre in primavera la camminata virtuale è stata a favore della Croce Verde, la pandemia sta incidendo fortemente in Brasile e in Africa, abbiamo trovato una formula per sostenere l’economia locale e le persone lontane a cui ci sentiamo vicini da anni. Il legame tra Nizza e le missioni è imprescindibile e vogliamo pensare in positivo a come dare maggiore slancio a questo legame e ci si potrà tornare ad incontrare".

Qui l'elenco delle attività nicesi, dove poter ordinare una "cena sospesa"

Betty Martinelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU