Cronaca - 01 febbraio 2021, 10:53

Canelli città sicura con le nuove telecamere. Un progetto da 408mila euro, poco più di 220mila finanziati dal ministero dell'Interno

Fondamentali per la scoperta di alcuni reati tra cui un traffico internazionale di stupefacenti. Zoppini: "Importante la collaborazione con tutte le forze dell'ordine"

Il sindaco Lanzavecchia, il comandante Zoppini, l'assessore Gibelli presentano il progetto di videosorveglianza

Sala operativa Polizia Locale Canelli

Canelli vuole diventare città sempre più sicura e, a dicembre 2020, si è completato il progetto di videosorveglianza con una spesa di 480mila euro di cui poco più di 220, finanziati dal ministero dell'Interno.

Comprensibilmente soddisfatto il sindaco, Paolo Lanzavecchia che ricorda che la sicurezza era uno dei punti chiave del programma amministrativo.

206 telecamere, 21 agli ingressi della città e nei punti 'cruciali'

Le telecamere sono 206 con una tecnologia all'avanguardia e che sono state già fondamentali per arrivare alla soluzione di alcuni casi di cronaca di rilevanza internazionale.

21 sono posizionate agli ingressi della città e in diversi punti strategici, per la lettura targhe, 10 sono per i servizi di Protezione Civile per il monitoraggio del Belbo

"Sono fondamentali - spiega ancora il sindaco Lanzavecchia - per ricostruire le diverse dinamiche degli incidenti stradali. Spesso qualcuno fugge senza lasciare i dati e grazie alle telecamere, i responsabili vengono individuati. I reati diminuiscono dove c'è maggior videosorveglianza".

Il sistema dà anche ai cittadini la possibilità di installare telecamere a proprie spese, facendo il collegamento con la centrale della Polizia Municipale. In caso di reati, si può chiedere l'acquisizione delle immagini.

22mila metri di fibra ottica, 12mila metri di scavi

In conferenza stampa è l'assessore alla viabilità, Silvia Gibelli a "dare un po' di numeri".

Per la messa in funzione delle telecamere sono stati utilizzati 22mila metri di fibra ottica, grazie alla ditta B.Link di Asti, in collaborazione con la New Tech informatica, 7mila metri di cavo di rete, 8mila di cavo elettrico, 12mila metri di scavi delle ditte Saracino di Nizza e Roberto Ciriotti di Canelli

E presto, come comunica il vice sindaco Paolo Gandolfo, anche tutte le frazioni di Canelli entreranno nel progetto tramite wi-fi, per una spesa di 150mila euro su 102 telecamere.

Un'analisi video ad ampio raggio

Un progetto che il comandante della Polizia locale di Canelli, Diego Zoppini, ha voluto fortemente: "Riusciamo a dare ulteriori servizi anche perché si connettono le persone all'interno degli enti a costo zero. Le telecamere permettono un'analisi video che consente di individuare un ampio raggio e i vari percorsi. Le 21 telecamere all'ingresso della città ci permettono di seguire un veicolo da quando entra a quando esce".

Il comandante ribadisce la fondamentale collaborazione con tutte le forze dell'ordine: "Le telecamere danno un ottimo input su dove dirigere le indagini e la collaborazione è massima, la loro rete è sicuramente più fitta. Importantissime anche le 10 telecamere per la Protezione civile, consentono un monitoraggio costante sul Belbo".

Betty Martinelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU