Green - 29 marzo 2021, 09:33

I ragazzi del Pellati di Nizza coinvolti nel progetto di educazione ambientale "Green game"

Sostenuto dai consorzi nazionali no profit CIAL, COMIECO, COREPLA, COREVE e RICREA, si pone l'obiettivo di sensibilizzare e i coinvolgere i giovani sui temi dell'economia circolare

progetto green game

Green Game

Si chiama Green game il progetto di educazione ambientale, parte essenziale nella formazione di una cittadinanza attiva e responsabile. E’ ideato e sostenuto dai consorzi nazionali no profit CIAL, COMIECO, COREPLA, COREVE e RICREA che si occupano di avviare al riciclo i materiali che residuano al termine del processo di consumo, raccolti dai comuni italiani tramite raccolta differenziata. Per avere un’idea dell’attività dei consorzi, si pensi che, in Italia, mediamente, ogni anno, si producono circa 11 milioni di tonnellate di rifiuti di imballaggio. Di questi, il sistema dei Consorzi nazionali, che fa capo al CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) ne recupera circa il 78%,vale a dire: 3 imballaggi su 4. Nello specifico, CIAL si occupa di recuperare l’alluminio, COMIECO la carta e il cartone, COREPLA la plastica, COREVE il vetro e RICREA l’acciaio. Dopo diverse edizioni di Green game condotte con successo in presenza in una sola regione per ogni anno (Marche, Abruzzo, Puglia, Calabria, Sicilia, Lazio e Campania) l’edizione 2021 è stata estesa alle scuole di tutte le regioni italiane in versione DIGITAL.

Green game digital si pone un obiettivo ambizioso: quello di sensibilizzare e coinvolgere i giovani sui temi dell’economia circolare, offrendo loro una ampia visione circa la concreta opportunità  di ridurre la produzione di rifiuti, fare una corretta raccolta differenziata e valorizzare il riciclo degli imballaggi in ALLUMINIO, CARTA E CARTONE, PLASTICA, VETRO E ACCIAIO.

Green Game per il valore didattico, etico e formativo è anche patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Il prof. Armano, che coordina l’iniziativa, ci ha segnalato che tre classi degli indirizzi AFM e SIA dell’Istituto Pellati (2AR, 2BR e 2DR) avranno l’opportunità, martedì 30 marzo 2021, di partecipare ad uno degli incontri on line del progetto. Gli studenti si collegheranno da casa su una piattaforma riservata, realizzata e gestita dagli esperti formatori della PeakTime – agenzia specializzata in progetti didattici, scelta dai Consorzi per gestire l’intera iniziativa – e nella prima fase assisteranno alla lezione supportata da contenuti multimediali appositamente studiati per catturare anche on line la loro attenzione.

Subito dopo si passerà alla fase di “verifica”: quiz, domande a risposta multipla a tempo, vero o falso, per stabilire il grado di apprendimento dei ragazzi durante la lezione e individuare così i più meritevoli dell’appellativo di “esperto riciclatore”. Lo studente più meritevole si aggiudicherà un buono per gli acquisti online, mentre la classe che otterrà il punteggio medio più alto si aggiudicherà il pass per la Finalissima Nazionale nella quale incontrerà le migliori classi selezionate in ogni Istituto in tutta Italia.

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU