Attualità - 03 novembre 2021, 12:30

Conoscere il Monferrato? Ora è (letteralmente) un gioco da ragazzi!

Il territorio Patrimonio Unesco a cavallo tra Astigiano e Alessandrino è fulcro di un gioco da tavolo di recente commercializzazione

La scatola del gioco, con in primo piano il "nostro" Vittorio Alfieri (immagine tratta dal sito della società produttrice del gioco)

La scatola del gioco, con in primo piano il "nostro" Vittorio Alfieri (immagine tratta dal sito della società produttrice del gioco)

Che esista e persista più di un’affinità caratteriale tra gli astigiani e i genovesi lo cantava già, in tempi ‘non sospetti’ (la canzone è stata pubblicata nel 1984) Paolo Conte con “Genova per noi”.

Non dovrebbe quindi stupire più di tanto che l’idea di sviluppare e commercializzare un gioco da tavolo incentrato sul Monferrato – inteso, con buona pace di chi ‘rivendita’ la denominazione Astesana per molte delle nostre zone, come territorio a cavallo tra l’Astigiano e l’Alessandrino – sia venuta a una società con sede proprio a Genova, la “Demoela Società Cooperativa”

Che ha sviluppato, con il prezioso apporto di Liana Pastorin (autrice) e di Simone Murgia (illustrazioni e grafica), “Monferrato - Fuma che ‘nduma!”. Gioco di società, pensato per un numero di giocatori variabile da 2 a 6, grazie al quale ci si può divertire andando alla scoperta dei luoghi più belli e caratteristici del territorio che, come ben sappiamo, dal 2014 è Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco.

Spostandosi sulle nostre colline in sella a immaginarie biciclette ci si potrà quindi ‘perdere’ in un tramonto mozzafiato o scoprire le peculiarità enogastronomiche che proprio in autunno ‘donano’ il loro meglio. L’obiettivo, come per la stragrande maggioranza di questi giochi di ruolo, è di racimolare più denaro possibile grazie a investimenti oculati, divertendosi a mettere alla prova la propria conoscenza del territorio e della cultura locale con le carte “Fà che t’nabi” e “Va ben parei”

In sostanza un modo, decisamente brillante, per rammentare le Eccellenze locali a chi qui ci vive facendole nel contempo conoscere a quanti, finora, non avevano ancora avuto occasione di scoprirle.

Gabriele Massaro

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU