Eventi - 12 dicembre 2022, 14:23

Nel week end celebrazione dei vini biologici di Coldiretti a “Grapes in Town - Effetto Bio - Xmas Edition”

Ospite della rassegna "I gioielli del territorio", ha permesso la degustazione di 15 etichette di EnotecAmica. Sabato torna Teo Musso

Nel week end celebrazione dei vini biologici di Coldiretti a  “Grapes in Town - Effetto Bio - Xmas Edition”

Celebrazione dei vini biologici dei soci Coldiretti Asti, sabato 10 dicembre al PalaTartufo di piazza San Secondo, nell’ambito della manifestazione “Grapes in Town - Effetto bio - Xmas edition” ideata da Eventum, ospite della rassegna I gioielli del territorio promossa dal Comune di Asti.

 In degustazione 15 etichette dell’EnotecAmica di Campagna Amica Asti, selezionate, per l’occasione, tra le oltre 50 bio, invece, sempre reperibili presso la sede fissa di corso Alessandria 271. Dal Metodo Martinotti al Metodo Classico, dal Vermouth Rosso ai bianchi e ai rosati, dall’Arneis alla Barbera d’Asti, dal Grignolino alla Freisa fino al Monferrato Nebbiolo le occasioni per apprezzare i profumi e i sapori biologici non sono mancate. Particolarmente gettonato, anche, il Panino piemontese Monfrà Asti Edition firmato dallo chef Domenico Sorrentino e realizzato con i prodotti del Mercato Contadino di Campagna Amica rigorosamente a kmZero.   

E non è un caso che l’anno zero dell’evento sia stato celebrato proprio ad Asti, dove trent’anni fa, in ante litteram, è stato certificato il primo vino Bio in casa Coldiretti. “Il biologico è un settore in continua crescita – ha spiegato il Presidente Coldiretti Asti Marco Reggio; - a richiederlo sono l’Unione Europea e, anche, ii consumatori. Non parliamo dunque di una moda nata per caso. Inoltre, è con orgoglio che annoveriamo l’etichetta 001, prima in assoluto, del Moscato d’Asti docg bio tra i nostri associati, in capo all’Azienda Agricola del nostro vice presidente Gianfranco Torelli. Il percorso del biologico è importante dal punto di vista ambientale-economico e sociale e, per questo, ritengo sia il futuro della viticoltura, così, come lo dimostra il numero crescente di etichette e produttori”. 

La due giorni dedicata ai vini Bio, apertasi con i saluti del CEO e Founder di Eventum Alessandra Giani (ideatrice del format Vendemmia Torino - Grapes in Town), dell’Assessore Regionale Marco Gabusi, del Direttore del Settore Turismo e Sport Paola Casagrande, del presidente di Coldiretti Asti Marco Reggio col direttore Diego Furia e del sindaco Maurizio Rasero con l’Assessore all’Agricoltura e al Cibo Riccardo Origlia, è dunque stata una rinnovata occasione per rilanciare le produzioni bio in termini di economia e turismo, secondo una filosofia incentrata sull’ambiente e sulla valorizzazione del buono, sano, genuino e a kmZero.

Gli appuntamenti con l’offerta dell’EnotecAmica e del Mercato Contadino di Campagna Amica Asti proseguono per tutto il periodo del Natale sia in centro ad Asti sia presso la sede di corso Alessandria 271. Per sé stessi o per un cesto regalo, tutti i prodotti saranno reperibili presso la Casa Coldiretti di piazza Roma (fino al 18 dicembre) nell’ambito del Magico Paese di Natale, mentre le degustazioni proseguiranno fino al 23 dicembre al PalaTartufo di piazza San Secondo nella cornice de I Gioielli del Territorio. 

Dal vino alla birra artigianale, sabato 17 novembre alle ore 11, Coldiretti Asti tornerà ad ospitare il mastro birraio Teo Musso della Baladin per una chiacchiera tra Birra, Fumetti e Sostenibilità, che partirà dalla Terra e arriverà al boccale passando per l’Agricoltura, quella attenta all’ambiente, “studiata” e d’esperienza. Appuntamento al PalaTartufo di piazza San Secondo.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU