Attualità - 11 maggio 2024, 11:28

Asti Pride torna a colorare le vie della città, sabato 6 luglio: "God save the queeer" [VIDEOINTERVISTA]

Tema di quest'anno le identità di genere. Il Pride sarà dedicato alla memoria di Michela Murgia . Madrina La Pina

La conferenza stampa di presentazione (MerfePhoto)

La conferenza stampa di presentazione (MerfePhoto)

Asti Pride torna a colorare le vie della città per la sua terza volta e lo farà sabato 6 luglio nella stessa giornata che lo vide protagonista proprio il 6 luglio 2019 con 8mila persone a rivendicare le istanze e le richieste della comunità Lgbtqi+.

Il 16 luglio 2022 nuovo partecipatissimo appuntamento e ora al grido di "God save the queeer, il Pride è pronto a tornare.

E lo farà in memoria e nel rispetto delle ideologie dell'amatissima scrittrice Michela Murgia.

“la scelta di abitare sulla soglia delle identità (intesa come maschera di rivelazione di sé), accettando di esprimere di volta in volta quella che si desidera e che promette di  condurre alla più autentica felicità relazionale".

Asti Pride è completamente autofinanziato, ma è possibile aiutare l'associazione con donazioni anche su Satispay. Questo l'Iban per eventuali contribuzioni:  IT64E0313801100000013278734 intestato ad Asti Pride.

Artisti astigiani per il Pride

I biglietti della lotteria a 2 euro, sono finalizzati a finanziare parte delle attività, ci sono in palio splendide opere di grandi artisti astigiani. Non mancheranno i gadget dell'iniziativa.

OSPITI

Ospiti di questa edizione: Cristy MC Bacon

Ospite speciale Daphne Bohemien, performer internazionale.

Madrina  La Pina, conduttrice radiofonica e dj.

Ha debuttato come rapper facendo parte della crew tutta al  femminile Le Pine da cui ha poi tratto il suo nome d'arte.  Dopo aver collaborato in diverse occasioni con gli Otierre, ha esordito con un suo primo album nel 1995, a cui ne sono  seguiti altri due rispettivamente nel 1998 e nel 2000, nati  dalla collaborazione con The Soul Kingdom (Giuliano Palma e Patrick Benifei dei Casino Royale).

Negli anni novanta debutta anche come speaker radiofonica,  poi diventata la sua principale attività negli anni duemila, e come conduttrice televisiva, lavorando per Rai 2, GAY.tv e Deejay TV. Dal 1999 è una delle voci di Radio Deejay, dove  dal 2001 conduce il programma del tardo pomeriggio 

Pinocchio, insieme a Diego Passoni e Valentina Ricci.

Videointervista

Le motivazioni e le iniziative da Chiara Dalla Longa, presidente Asti Pride e Patrizio Onori rappresentante comunità Lgbtqi+.

Il percorso

Si parte alle 17, 17,30 e la sfilata durerà circa due ore 

Piazza Catena (ritrovo/partenza), Via Natta, Via Giobert, Piazza Lugano, Viale Partigiani, Piazza Torino, Corso Alfieri, Piazza Cairoli, Via Carducci, Corso Alfieri, Piazza Alfieri (arrivo).

All'arrivo sono previsti gli interventi.

La voce di Asti sarà media partner.

Il Pride 2022 con Vladimir Luxuria ad aprire il corteo.

Betty Martinelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

SU