La filosofia e le sue voci | 30 luglio 2022, 07:30

La meditazione del saggio

Nuove riflessioni di Simone Vaccaro, per la rubrica "La filosofia e le sue voci"

La meditazione del saggio

L'uomo libero a nessuna cosa pensa meno che alla morte; e la sua sapienza è una meditazione non della morte, ma della vita

Spinoza, Etica IV, proposizione 67

 

La difficoltà risiede nelle cose elementari. Sono le cose più semplici, meno roboanti ed eclatanti, ma quotidiane e costanti a fare la differenza. Questo sembra dirci il filosofo olandese Baruch Spinoza, vissuto nel corso del XVII secolo. Secolo di svolta, sotto differenti punti di vista: dalla rivoluzione scientifica delle scoperte galileiane alla codificazione di un metodo come operazione filosofica primaria con Cartesio; dal dramma delle guerre di religione ai primi vagiti, alla fine del secolo, di quello che sarà il XVIII secolo illuminista; dal razionalismo concettuale al ribollire politico dei regni europei… E costante, in questa intemperie culturale, tra una perdita di orizzonte e la scoperta di un nuovo terreno saldo su cui poggiare i piedi, la domanda più antica, connaturata probabilmente con l'esperienza stessa dell'essere vivente: dove risiede la nostra felicità?

Questione che ha tratto il giovane Spinoza a sposare la vita filosofica e a dedicarvisi integralmente. Che cos'è la felicità? Esiste un bene supremo, un Bene con la B maiuscola, qualcosa che sia immutabile e permanente? Come posso io, piccolo uomo piombato in questa vita a coglierlo, a contemplarlo, ad abbeverarmene? 

Felicità, Bene supremo, il permanente: concetti piuttosto astratti. Tuttavia Spinoza ha saputo coglierne la concretezza e l'urgenza che contraddistingue questi concetti. Non voglio qui presentare uno Spinoza protoesistenzialista - l'esistenzialismo è una corrente filosofica che tra fine '800 e inizio '900 ha cercato di interrogare l'esistenza dell'essere umano a partire dall'esistenza stessa, con diramazioni che abbracciano la filosofia, letteratura, il teatro - ma uno Spinoza concreto, elementare: come posso io essere felice? Devo divenire saggio. E come posso essere saggio? Divenendo libero. E come posso esercitare la mia libertà? Vivendo. Saggezza, libertà, vita sono i tre risvolti concreti, tangibili delle tre domande astratte e concettuali prima evocate.

Come posso allora connettere l'astratto con il concreto, come posso rendere carne e sangue le altezze concettuali? Questo è opera della ragione che collega le altezze vertiginose del concetto con la forza dirompente della terra. L'uomo è terra e cielo: se vuole aumentare la propria potenza - che in Spinoza è ciò che esprime l'essenza di ognuno di noi - allora non può che riporre la propria attenzione su ciò che unisce terra e cielo, ovvero la ragione, e dunque la vita. 

 

QUI un video esplicativo.

Simone Vaccaro

Leggi tutte le notizie di LA FILOSOFIA E LE SUE VOCI ›

Simone Vaccaro

Mi sono laureato in filosofia della religione presso l’Università degli Studi di Torino, discutendo una tesi dal titolo: Filosofia come linguaggio di fede in Karl Jaspers.

Professore a chiamata presso scuole secondarie di primo e secondo grado e ricercatore per passione, animo seminari e caffè filosofici presso l’Istituto Istruzione Superiore “V. Alfieri” di Asti.

Sono interessato principalmente alle questioni metafisico-ontologiche (che sono meno noiose di quanto possano sembrare!) e alla natura (teor)etica del pensiero filosofico.

Dal 2019 sono cofondatore e coredattore del blog filosofico Arena Philosophika, nato come piattaforma di confronto, di incontro e laboratorio estetico-concettuale.

Se volete essere catturati dal colorato mondo di Arena Philosophika, cliccate qui www.arenaphilosophika.it

Leggi anche

sabato 24 settembre
sabato 17 settembre
sabato 10 settembre
sabato 03 settembre
sabato 27 agosto
L'ellisse
(h. 09:30)
sabato 20 agosto
sabato 13 agosto
Verità e cammino
(h. 07:30)
sabato 06 agosto
Ricercare
(h. 10:30)
sabato 23 luglio
sabato 16 luglio
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium