Cronaca | 14 ottobre 2021, 16:35

Messa alla prova di un anno per il veterinario Gianbattista Filippone

Intanto il suo avvocato annuncia la volontà di fare ricorso, in seguito alla radiazione dall'Ordine dei Medici Veterinari

Messa alla prova di un anno per il veterinario Gianbattista Filippone

Nei giorni scorsi l'Ordine dei Medici Veterinari di Asti ha radiato Gianstefano e Gianbattista Filippone, accusati di aver sottratto e ricettato, utilizzandoli poi per finalità proprie, medicinali e dispositivi dell’Asl.

I due erano stati chiamati a rispondere rispettivamente dei reati di peculato, abuso di ufficio e falso materiale commesso dal pubblico ufficiale il padre e di ricettazione di strumentazione medica il figlio. 

Mentre il padre Ginastefano ha patteggiato, il figlio Gianbattista è stato ammesso alla Map (mesa alla prova). Durerà un anno, tempo in cui Filippone (che è anche consigliere comunale) dovrà dedicarsi a lavori di pubblica utilità.

Il processo a suo carico continuerà quindi il prossimo 15 dicembre 2022.

Intanto, però, il suo legale annuncia il ricorso, in seguito al provvedimento disciplinare di cui è stato oggetto Gianbattista Filippone.

"Riteniamo sproporzionata la radiazione rispetto all’entità dei fatti, per cui il mio assistito si è sempre dichiarato innocente - puntualizza l’avvocato Alberto Bazzano, che insieme al legale Giuseppe Vertucci difende Gianbattista Filippone - Faremo ricorso”.



Elisabetta Testa

Leggi tutte le notizie di VIVIAMO IN UN POSTO BELLISSIMO ›

Viviamo in un posto bellissimo

Davide Palazzetti

Chi sono in tre righe? Ci si prova.
Partiamo dal personale: marito innamorato e padre fortunato. Tergiversando poi su info tipiche da curriculum, amo il nostro territorio. Lo vivo come nostro anche se vi arrivo da Genova nel 2003. Mi occupo di marketing territoriale e promozione turistica con la piacevole consapevolezza di quanta bellezza ci circondi. Racconto un posto bellissimo, qui e su alcuni miei gruppi Facebook, nella certezza che una delle poche vie di riscatto dell’Astigiano sia riempirlo di turisti.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium