/ Scuola e lavoro

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuola e lavoro | 25 maggio 2019, 17:02

Cellarengo ospita il primo “Hackathon Green Camp” che coinvolge 60 studenti dei corsi ITS Energia

I ragazzi e le ragazze, tutti allievi del primo anno, avranno 48 ore a disposizione per progettare un rifugio in lego per biciclette

I ragazzi alla presa con la preparazione del campo

I ragazzi alla presa con la preparazione del campo

E’ partito ufficialmente ieri sera, 24 maggio alle 22.30, il primo Hackathon Green Camp, la maratona progettuale on site che coinvolge 60 studenti del primo anno dei corsi ITS Energia. I ragazzi hanno raggiunto ieri alle ore 18 la scuola di Cellarengo, messa a disposizione da VASS Technologies dove è stato allestito anche il campo per il pernottamento. Dopo essere stati suddivisi in due squadre, alle 22.30 in punto hanno finalmente appreso il tema della sfida: progettare un rifugio outdoor per biciclette in legno, di 28 metri quadri e al 100% ecosostenibile.

I partecipanti, suddivisi in due squadre, hanno tempo fino a domani pomeriggio alle 18 per consegnare gli elaborati, che verranno esaminati da una giuria di esperti di settore per decretare il progetto vincente. Il successivo appuntamento sarà il week end del 7-9 giugno, quando le due squadre si riuniranno nuovamente a Cellarengo per collaborare insieme alla realizzazione della struttura in legno sulla base del progetto scelto dalla giuria.

L’evento è stato reso possibile grazie all’impegno della Fondazione ITS Energia Piemonte e al contributo di oltre 25 aziende, tra cui VASS Technologies che ha messo a disposizione tecnologie e attrezzature, oltre alla school sulle colline astigiane. “Environment Park”, parco tecnologico torinese, ha contribuito con la propria consulenza e il proprio network per la realizzazione del progetto.

In questo primo week end (24-26 maggio), i ragazzi avranno modo di confrontarsi con 40 esperti, tutti professionisti di settore (ricercatori, imprenditori, architetti, ingegneri, carpentieri, impiantisti), e con le aziende partner, per una full immersion esclusivamente in lingua inglese. A disposizione, materiali di livello, tra cui una Materioteca, una Biblioteca, un Drone, visori VR, computer, proiettori, una stampante 3D e strumenti per la prototipazione.

Al loro fianco ci sono le “Camp’s Angels”, 7 professioniste internazionali di ETF EuropeanTraining Foundation di Torino, l’agenzia dell’Unione Europea specializzata nel riformare i sistemi di istruzione, formazione professionale e del mercato del lavoro. Nel week end finale del 7-9 giugno, infine, la location sarà aperta anche al pubblico per poter assistere alla realizzazione del rifugio in legno.

Ispirato al modello delle convention americane che coinvolgono sviluppatori ed esperti di programmazione in cerca di soluzioni a problemi informatici, l’Hackathon Green Camp si rivolge agli studenti del primo anno dei corsi ITS di BUILDING MANAGER – Tecnico superiore per il risparmio energetico nell’edilizia sostenibile e di ENERGY MANAGER – Tecnico superiore per la gestione e verifica degli impianti energetici.

Si tratta di un progetto pilota che rappresenta un concept di formazione fortemente innovativo per la rivoluzione 4.0 delle risorse umane. L’esperienza darà modo ai ragazzi di entrare in contatto diretto con le aziende partner, non solo durante le fasi di progettazione, ma anche attraverso momenti dedicati, così da farsi conoscere e proporsi per successive esperienze lavorative. Tutto ciò per facilitare la creazione di un vero e proprio Business Network.

Questo in linea con il principale obiettivo del sistema Fondazione ITS, ovvero massimizzare il potenziale di occupazione dei propri studenti. Secondo le rilevazioni per il 2018, infatti, quasi l’85% degli allievi ha trovato un occupazione al termine dei corsi e il quasi il 90% l’ha trovata in un ambito coerente con le competenze acquisite.

Comunicato stampa

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium