/ 

| 01 febbraio 2020, 07:00

Tradizione, classe e innovazione. A Costigliole d'Asti gli Amemanera suonano per l'AIDO

Il concerto, al Teatro Municipale questa sera alle 21, anche per sensibilizzare sulla donazione organi. Ingresso libero

Tradizione, classe e innovazione. A Costigliole d'Asti gli Amemanera suonano per l'AIDO

Ancora una volta la musica si sposa con la solidarietà e la sensibilizzazione.

A Costigliole d'Asti, Teatro Municipale, stasera, sabato 1 febbraio alle 21 si terrà un grande evento organizzato da AIDO (Associazione Italiana Donatori organi) Sezione Provinciale di Asti, il concerto degli Amemanera.

Il duo “Amemanera” (in piemontese “a modo mio”) è composto da due musicisti molto famosi in Piemonte e non solo: la cantante è Marica Canavese, di formazione jazz e funk rock, pianista ed allieva di Bruno Astesana, Leonardo Martina e Gigi Biava; il chitarrista è Marco Soria, diplomato “summa cum laude” alla Berklee School of Music di Boston, compositore, arrangiatore e collaboratore, tra gli altri, di Tullio De Piscopo, Eugenio Finardi e Gipo Farassino.

Il pubblico potrà assistere ad un evento di indiscusso valore musicale e artistico: fondato nel 2010, il duo “Amemanera” ha il merito di aver unito la tradizione a linguaggi letterari e compositivi più moderni e assolutamente innovativi, reinterpretando antichi brani della tradizione piemontese in una veste contemporanea e realizzando un repertorio unico ed originale.

Per l’occasione, inoltre, il duo delizierà i presenti con canti natalizi riarrangiati in chiave moderna.

Siamo felici di ritrovare il gruppo Amemanera, già protagonista di un concerto AIDO a Canelli” – raccontano i volontari della Sezione Provinciale di Asti – “La serata a Costigliole e sarà un’ottima occasione per divertirci e cantare, ma soprattutto per sensibilizzare la popolazione verso la donazione degli organi e per promuovere la cultura del “dono”.

Durante la serata saranno presenti i volontari Aido per fornire delucidazioni e materiale divulgativo sulla donazione di organi, tessuti e cellule e sarà possibile iscriversi ad Aido.

L’evento è realizzato con il contributo del CSV di Asti e Alessandria, Gruppo Somet, Falegnameria Gatti, Lions Club, Dragone, Boffa Carni e Cascina Castlet e ha ottenuto il patrocinio del Comune di Costigliole D’Asti.

L’ingresso è libero e gratuito. Dopo il concerto seguirà un goloso rinfresco.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium