/ Eventi

Eventi | 21 gennaio 2020, 09:13

Che cos'è l'Unicorno? Si potrà scoprire venerdì 24 gennaio allo Spazio Kor con "Gentle Unicorn"

Alle 21 nuovo appunamento con Public. In scena Chiara Bersani, anche autrice dello spettacolo

Foto Roberta Segata

Foto Roberta Segata

Venerdì 24 gennaio alle 21 nuovo appuntamento con Public, la stagione teatrale realizzata da Spazio Kor di Asti, in piazza San Giuseppe, in collaborazione con Città di Asti, Fondazione Piemonte dal Vivo, Teatro degli Acerbi, Parole d’Artista e Concentrica, e con il sostegno di Regione Piemonte e Fondazione CRT, con maggiore sostenitore la Compagnia di San Paolo nell’ambito del Progetto PATRIC.

In programma lo spettacolo “Gentle Unicorn”, di e con Chiara Bersani, una co-produzione Associazione Culturale Corpoceleste_C.C.00#  e Santarcangelo Festival, CSC – Centro per la Scena Contemporanea (Bassano del Grappa)

L'UNICORNO

Dell’Unicorno non si sa nulla. Le sue radici si sono perse nel susseguirsi di generazioni d’esseri umani distratti. Forse tutto è nato da un fraintendimento, dall’interpretazione sbagliata di manufatti coniati in India durante l’Età del Bronzo. Qui appariva una sorta di bue, raffigurato di profilo, avente un solo corno. Gli storici ritengono che, data l’iconografia bidimensionale dell’epoca, il secondo corno potesse essere semplicemente nascosto dal primo. Eppure bastò lo scritto di Ctesia di Cnido, storico dell’antica Grecia, in cui si narrava di un incontro con questo animale durante un viaggio in India, per dare vita ad una creatura dalle fragili origini. Ed è nato un simbolo sradicato, perfetta vittima sacrificale per chiunque desideri riempirlo di significati. Così l’Unicorno ha cambiato nei secoli forma e significati fino a diventare un’icona pop contemporanea. Questo spettacolo vuole regalargli una storia, un amore, una scelta.


Creazione realizzata presso le residenze artistiche Centrale FIES (Dro, Trento), Graner (Barcellona), Carrozzerie | N.o.T. (Roma), Gender Bender Festival (Bologna), CapoTrave/Kilowatt (Sansepolcro). Musiche Francesca De Isabella; Disegno Luci Valeria Foti; Direttore Tecnico Paolo Tizianel; Consulenza Drammaturgica Luca Poncetta; Coach Marta Ciappina; Mentoring Alessandro Sciarroni; Occhio Esterno Marco D’Agostin; Video Alice Brazzit; Organizzatrice di Produzione Eleonora Cavallo; Cura e Promozione Giulia Traversi; Consulenza Amministrativa Chiara Fava; Foto Roberta Segata.

INCONTRO CON L'ARTISTA

Al termine dello spettacolo si terrà un incontro con l’artista coordinato dalla cooperativa sociale Vedogiovane Asti.


Biglietti 10 euro (ridotto 8 euro per possessori Kor Card, abbonati alla stagione del Teatro Alfieri, tesserati Biblioteca Astense Giorgio Faletti, under 25 over 60, speciale ridotto 5 euro per gruppi di almeno 10 persone). È consigliata la prenotazione.

Per soli 2 euro è possibile richiedere la Kor Card, che dà diritto a biglietti ridotti a tutti gli spettacoli della stagione, sconti presso esercizi convenzionati e accesso ad eventi esclusivi.

Info e prenotazioni 3491781140, info@spaziokor.it , biglietteria: Spazio Kor, piazza San Giuseppe, Asti, dal lunedì al venerdì orario 15-18.

Lo spettacolo sarà anticipato nelle giornate di oggi e domani dalle 18 alle 22 dal workshop gratuito “Free Unicorns”, già tutto esaurito in fase di prenotazione, tenuto da Chiara Bersani, un training per “unicorni nascenti” che toccherà i temi: Il nostro corpo come presenza tridimensionale che occupa/esige uno spazio; Il corpo come entità percettiva; Lo spazio e gli elementi imprevedibili che lo animano come polo attrattivo per il nostro movimento nel mondo; L’altro da me come magnete; La rivoluzione nella manipolazione delle distanze tra me e l’altro.

Il programma completo della stagione è disponibile su www.spaziokor.it .


Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium