/ Attualità

Attualità | 20 giugno 2020, 17:07

Black Lives Matter: anche ad Asti in svolgimento una manifestazione di piazza contro ogni forma di razzismo [FOTOGALLERY]

Il presidio, in memoria di George Floyd, è in pieno svolgimento in piazza Statuto e vede la partecipazione di numerose associazioni

Black Lives Matter: anche ad Asti in svolgimento una manifestazione di piazza contro ogni forma di razzismo [FOTOGALLERY]

E’ in pieno svolgimento, in piazza Statuto, la manifestazione astigiana in memoria di George Floyd, afroamericano di 46 anni ucciso nel corso di un fermo della polizia a Minneapolis, in Minnesota.

Il presidio – promosso dal Collettivo Studentesco Terzo Intermezzo Asti e dalla Casa del Popolo – vede la partecipazione anche di Legambiente, Noix De Kola, AmnestyAsti, ACLI, Arci Asti Langhe Roero, Asti Pride, Fiom Cgil Asti, Coordinamento Asti Est, Piam Onlus Asti, Asiap, Diavolo Rosso, Non Una Di Meno - Asti, Asti Cambia, Associazione Ghanese, Associazione Gambiani Asti, 6000 Sardine Asti, Consorzio Co.Al.A, Uniti Si Può, Libera Asti, Fridays for Future Asti.

Varie associazioni e realtà operanti sul territorio, principalmente in ambito sociale, compatte nel voler dimostrare vicinanza e urlare a gran voce, da sotto le mascherine, un fermo no ad ogni forma di razzismo.

 

GLI SLOGAN DELLA MANIFESTAZIONE

Numerosi e decisamente variegati gli slogan sui cartelli esposti dai manifestanti, spaziando da messaggi incontrovertibilmente pacifisti come ad esempio “Imparate prima di tutto ad amare” o “C’è una sola razza: quella umana” ad altri decisamente più politicizzati (“Ius sanguinis legge fascista” o “No ai CPR, no razzismo di Stato”), oltre naturalmente a numerosi messaggi anti-razzisti (“La schiavitù lasciamola ai libri di storia – Stop sfruttamento”). Fino ad altri ancora che inneggiano a una ipotetica ‘rivoluzione’ (“Benvenuti nella rivoluzione” o “Tra cinque minuti comincia la rivoluzione”). Non manca poi qualche cartello che, partendo dalla condanna delle violenze della polizia statunitense, estende il concetto alla polizia in generale (“Tout le monde deteste la police” o “No borders No police No Racism” ovvero, rispettivamente, “Tutto il mondo detesta la polzia” e “No frontiere No polizia No razzismo”)

Per una più ampia galleria fotografica con immagini a cura di Efrem Zanchettin, vi rimandiamo a questo link sulla nostra pagina Facebook.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium